Turri, D’Elia e De Cristofaro: le tre donne che giudicheranno Berlusconi

Il collegio della quarta sezione penale del Tribunale di Milano che deve giudicare Silvio Berlusconi, imputato al processo sul caso Ruby per concussione e prostituzione minorile, è composto da sole donne.

Il presidente è Giulia Turri, è arrivata in Tribunale dall’ufficio gip qualche mese prima del 6 aprile 2011, giorno dell’apertura del dibattimento. Ha giudicato, come gup, due degli assassini del finanziere Gian Mario Roveraro, sequestrato e ucciso nel 2006, pronunciando due condanne, una all’ergastolo e una a 30 anni. Nel marzo del 2007 firmò l’ordinanza di arresto per Fabrizio Corona, e nel novembre del 2008 ha rinviato a giudizio l’ex consulente Fininvest e deputato del Pdl Massimo Maria Berruti. Uno degli ultimi suoi provvedimenti come gip, e salito alla ribalta della cronaca, risale al luglio 2010: l’arresto di cinque persone coinvolte nell’inchiesta su un presunto giro di tangenti e droga nel mondo della movida milanese, e in particolare nelle discoteche Hollywood e The Club, gli stessi locali frequentati da alcune delle ragazze ospiti delle serate ad Arcore e che sono sfilate in aula.

Carmen D’Elia ha già incrociato i destini giudiziari di Silvio Berlusconi: nel 2002 è stata membro del collegio di giudici del processo Sme che vedeva come imputato anche il Cav. Dopo che la posizione del premier venne stralciata – per lui ci fu un procedimento autonomo – insieme a Guido Brambilla e a Luisa Ponti, il 22 novembre 2003 pronunciò la sentenza di condanna in primo grado a 5 anni per Cesare Previti e per gli altri imputati, tra cui Renato Squillante e Attilio Pacifico. Inoltre è stata giudice nel processo sulla truffa dei derivati al Comune di Milano.

Orsola De Cristofaro, con un passato da pm e gip, è la terza componente del collegio al femminile, e, nei mesi scorsi, con Carmen D’Elia è stata giudice a latere nel processo che ha portato alla condanna a quindici anni e mezzo di carcere per Pier Paolo Brega Massone, l’ex primario di chirurgia toracica, imputato con altri medici per il caso della clinica Santa Rita.

Circa redazione

Riprova

Arrestato Gianluca Festa, ex sindaco di Avellino, iscritto al Pd, poi espulso

Il sindaco dimissionario di Avellino Gianluca Festa, ex Pd poi sostenuto da liste civiche ambientaliste …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com