Torino. Gdf sequestra 9 quintali di Hashish, arrestate 5 persone

Maxi-operazione della Guardia di Finanza di Torino: smantellato canale di approvvigionamento di droga proveniente dal Marocco attraverso la Spagna. L’operazione si è conclusa con il sequestro di 9 quintali di Hashish e l’arresto di 5 persone. Lungo l’autostrada A7, all’altezza di Dorno (Pavia), sono stati fermati l’autista dell’autoarticolato ed un altro soggetto che, con la sua vettura, aveva il compito di scortare il carico lungo il tragitto. Individuati e bloccati anche i tre acquirenti incaricati del ritiro della merce al punto di incontro, a Trezzano sul Naviglio (Milano). Si tratta di uno spagnolo, un bulgaro ed un marocchino, nonché  due cittadini italiani, entrambi residenti nella provincia di Treviso, uno a Castelfranco Veneto, l’altro a Resana. Particolarmente ingegnoso il sistema di occultamento dello stupefacente, in un doppio fondo ricavato nel pianale del mezzo, cui si accedeva tramite un elevatore azionato con meccanismo a scomparsa. Non casuale la scelta del carico di copertura: fusti in plastica contenenti solvente, il cui odore serviva a coprire quello dell’hashish. Non sono mancate fasi concitate durante l’intervento nel Comune del Milanese, quando, due dei fermati hanno tentato la fuga, speronando veicoli in sosta e rischiando di investire alcuni passanti. L’accusa di traffico internazionale di sostanze stupefacenti si è così arricchita, a loro carico, anche della denuncia di resistenza a pubblico ufficiale. Considerato un prezzo medio di 10 euro al grammo, l’intera partita di droga sequestrata, una volta immessa in consumo secondo la stima delle Fiamme Gialle avrebbe fruttato all’organizzazione criminale circa nove milioni di euro. Oltre allo stupefacente e all’autoarticolato, sono state sequestrate tre autovetture di grossa cilindrata, che, in base ad una specifica norma di legge, potranno adesso essere utilizzate dai Finanzieri impegnati nelle indagini antidroga. L’attenzione degli investigatori si sposta ora sulle posizioni patrimoniali e finanziarie dei cinque arrestati. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com