Stupro Palermo, 19enne minacciata. Avvocato: “Aggressione non collegata a violenza di gruppo”

La 19enne vittima di una violenza sessuale di gruppo, avvenuta al Foro Italico di Palermo la scorsa estate, lunedì sera è stata minacciata e sequestrata da un ragazzo e da sua madre a Ballarò. L’avvocato della giovane ha precisato che “l’aggressione dell’altra notte non riguarda assolutamente il processo relativo allo stupro dello scorso 7 luglio, la cui udienza è fissata per il 19 aprile”. Queste le parole a LaPresse di Carla Garofalo, difensore della 19enne. La ragazza nei giorni scorsi è stata nuovamente vittima di un episodio di violenza e adesso si trova in una località protetta. “Si tratta di altre storie, di cui al momento non sono a conoscenza, non c’entra nulla con i responsabili dello stupro, anche perché si trovano tutti in carcere e da loro non abbiamo subito, in questa circostanza, nessuna intimidazione. Né da loro e nemmeno dalle loro famiglie. È vero che si stanno difendendo in maniera talvolta aggressiva, ma queste sono dinamiche processuali che non hanno nulla a che vedere con l’episodio della scorsa notte”, ha aggiunto Garofalo.

Circa redazione

Riprova

Assalto alla Cgil di Roma, Cassazione dispone appello bis per 9 imputati

La Cassazione ha disposto un nuovo processo di appello per nove imputati che avevano scelto …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com