Studenti musulmani esentati dalle lezioni su Dante e Divina Commedia. I genitori: “Offende l’Islam”

Due studenti di religione musulmana di una scuola media di Treviso sono stati esentati dal seguire le lezioni sulla “Divina Commedia” di Dante Alighieri, definita “un’opera a sfondo religioso” in contrasto con la fede dei due ragazzi. E’ accaduto a Treviso. Si tratta di due alunni di terza media. Tutto sarebbe nato dallo scrupolo del professore – scrivono i quotidiani locali – che nell’affrontare lo studio del capolavoro della lettura italiana, in cui si incontrano Inferno, Purgatorio e Paradiso, ha scritto alle famiglie i cui figli sono già esentati dall’ora di religione, per chiede il consenso a trattare con loro un’opera a sfondo religioso. E qui le famiglie dei due studenti musulmani hanno chiesto che fossero esentati dallo studio di Dante. Non è il primo caso in cui, anche a scuola, Dante entra in collisione con l’Islam. I versi dedicati dal poeta medievale a Maometto, citato nel 28esimo Canto e collocato nella Nona Bolgia dell’Ottavo Cerchio dell’Inferno, erano costati alla “Commedia” la censura in alcuni Paesi islamici. Per i due alunni l’insegnante ha organizzato un programma parallelo alternativo, dedicato a Boccaccio. Il ministero dell’Istruzione ha disposto un’ispezione.

Circa redazione

Riprova

Scossa di terremoto di magnitudo 3.5 in mare nel Riminese

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.5 è stata registrata alle 23.03 sulla costa romagnola, …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com