Responsabilità giudici. Severino: Emendamento del governo se non c’è intesa Pdl-Pd

Il governo potrebbe presentare un emendamento alla norma sulla responsabilità civile dei magistrati se i partiti non trovano un accordo. E’ questa la strategia adottata dall’esecutivo tecnico di Mario Monti e resa nota dal ministro della Giustizia Paola Severino. Più che una possibilità, come fa capire il Guardasigilli, sembra una minaccia per obbligare le forze politiche ad una soluzione condivisa sulla responsabilità civile dei magistrati.  “Se il termine per gli emendamenti dovesse restare fissato per oggi alle 17 e se i partiti restassero distanti fra loro, sarebbe logico pensare ad un emendamento del governo compositivo”, ha dichiarato Severino. “Ma ancora – ha aggiunto il guardasigilli, conversando con i giornalisti alla Camera – nulla è deciso. E’ una possibilità. E’ in corso la discussione in Senato – ricorda il Guardasigilli prima di prendere parte al comitato dei 18 alla Camera sul ddl anticorruzione – e se non si trova un’intesa ragionevole, cioè se rimangono pareri contrapposti tra le due parti, il governo potrebbe presentare un emendamento. Ci stiamo ragionando”. Ma convincere Pdl e Pd a fare un passo indietro su un tema che li ha sempre divisi sembra difficile, nonostante il loro appoggio al governo Monti. Ed ecco che un emendamento del governo potrebbe risolvere ‘problemi politici’ ad entrambi gli schieramenti e allungare la vita dell’esecutivo tecnico. E una richiesta di aiuto per uscire dall’impasse giunge anche dal capogruppo del Pdl in commissione Giustizia Enrico Costa. “Auspico che il governo faccia chiarezza e assuma il timone della situazione”.

 

Circa redazione

Riprova

Il Comune di Reggio Calabria aderisce al Nuovo Patto dei Sindaci Europa

La Terza commissione consiliare con 13 voti favorevoli e 5 astensioni ha dato il via …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com