Reggio Calabria: detenuto tenta il suicidio, salvato dal personale di sorveglianza

Diventa sempre più complicata la situazione delle carceri italiane. Questa volta a destare preoccupazione è stato il gesto di un detenuto straniero ristretto nel reparto di psichiatria del carcere di Reggio Calabria, che ha tentato di impiccarsi con un lenzuolo alle inferriate della finestra. Il fatto è  avvenuto ieri alle 16.50 circa. Ad impedire la tragedia, è stato il personale di sorveglianza. La notizia è stata diffusa stamane dal Sappe, sindacato autonomo di categoria.

“La Polizia penitenziaria di Reggio Calabria – affermano Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe e Damiano Bellucci, segretario nazionale – ha salvato un’altra vita umana nelle affollate carceri italiane, le cui notizie somigliano sempre di più a un disperato bollettino di guerra, tra aggressioni, tentativi di suicidi, suicidi, danneggiamenti ed altro. Si tratta – affermano – di uno dei circa 1100 tentativi di suicidio che ogni anno non giungono all’estrema conseguenza grazie al pronto intervento della polizia penitenziaria. A Reggio Calabria – sostiene il Sappe – i detenuti sono 420 a fronte di una capienza di circa 250 posti, gli agenti effettivamente in servizio circa 150, ce ne vorrebbero almeno altri 50. In Italia ne mancano 7000 e nei prossimi tre anni ne perderemo altri 3000 circa, a causa dei tagli previsti dalla revisione alla spessa pubblica”.

Circa admin

Riprova

Milano, violenze su bimbe di una scuola materna: maestro arrestato

Un maestro è stato arrestato dalla polizia locale, su richiesta della procura di Milano, con …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com