Pistoia: muore cardiopatico per presunto errore sanitario

Un paziente cardiopatico di 68 anni è morto nella tarda serata di ieri al pronto soccorso dell’ospedale di Pistoia. Per errore, un’infermiera avrebbe reciso con le forbici non solo i pantaloni dell’uomo ma anche il cavo esterno che alimentava la pompa ventricolare, un innovativo congegno che gli era stato installato al San Raffaele di Milano e che era necessario a mantenerlo in vita. L’episodio si sarebbe verificato in fase di emergenza, nei preparativi per inserire un catetere. L’uomo era stato ricoverato per il manifestarsi di un edema polmonare. La Procura sta valutando la possibilità di richiedere un’autopsia.

Circa redazione

Riprova

Scontri Pisa, dirigente reparto mobile Firenze trasferita in Abruzzo

Riprenderà servizio questa mattina, giovedì, in Abruzzo, all’anticrimine di Pescara, Silvia Conti, dirigente del reparto …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com