foto IPP/Paolo Lazzeroni Siena 29/04/2020 lavoro in fabbrica durante l'emergenza coronavirus nella foto operai al lavoro con mascherina

Pil: Istat conferma contrazione ‘eccezionale’ del -8,9% nel 2020

L’Istat pubblica la stima aggiornata dei conti economici nazionali e conferma “la contrazione di entità eccezionale” dell’economia nel 2020, con un tasso di variazione del Pil del -8,9% a fronte di un incremento dello 0,4% nel 2019. I dati incorporano la revisione dei conti nazionali annuali relativa al triennio 2018-2020, effettuata per tenere conto delle informazioni acquisite dall’Istat dopo la stima pubblicata lo scorso marzo.

Nel 2020 il Pil ai prezzi di mercato risulta pari a 1.653.577 milioni di euro correnti, con una revisione al rialzo di 1.982 milioni rispetto alla stima di marzo scorso. Per il 2019 il livello del Pil risulta rivisto verso l’alto di 3.993 milioni di euro. Nel 2020 il tasso di variazione del Pil in volume è pari a -8,9%, invariato rispetto alla stima di marzo. Sulla base dei nuovi dati, nel 2019 il Pil in volume è cresciuto dello 0,4%, con una revisione al rialzo di 0,1 punti percentuali rispetto alla stima di marzo. L’indebitamento netto, aggiunge l’Istat, delle Amministrazioni pubbliche in rapporto al Pil è pari nel 2020 a -9,6% (-1,5% nel 2019),con una revisione di -0,1 punti percentuali rispetto alla stima pubblicata ad aprile.

Circa redazione

Riprova

Pensioni, perché Quota 102 e 104 non bastano: le criticità

Quota 102 e Quota 104, le misure pensate per sostituire Quota 100 rispettivamente nel 2022 …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com