SFILATA COMPAGNIE SCHUTZEN A FIAVE' CERIMOMIA INTITOLAZIONE PIAZZA DI BALLINO AD ANDREAS HOOFER

PAT – Al via il bando 2024 per la valorizzazione di progetti culturali sovracomunali

Sostenere finanziariamente i progetti culturali di carattere sovracomunale che hanno come finalità la creazione di sistemi locali, la messa in rete del patrimonio per la sua valorizzazione e l’integrazione di soggetti e di attività di ambito territoriale in relazione alle ricadute non solo culturali, ma anche sociali ed economiche dei progetti stessi: è lo scopo del provvedimento odierno della Giunta provinciale, proposto dalla vicepresidente e assessore alla cultura, che approva il bando pubblico per il 2024 rivolto agli enti locali trentini e determina i criteri e la modalità per la concessione dei contributi.

Il sostegno rientra nella legge provinciale sulle attività culturali e, come previsto dal Protocollo d’intesa in materia di finanza locale, mette a disposizione complessivamente 500 mila euro per l’anno in corso.

Come ha spiegato l’assessore, il provvedimento intende valorizzazione il patrimonio culturale, materiale e immateriale, quale elemento strategico dello sviluppo locale attraverso una gestione e promozione efficaci, in termini di identità ma anche di visibilità al di là dei propri confini geografici. Elementi centrali sono il coinvolgimento con gli altri settori del territorio – turistico, economico, welfare, ambientale, formativo-didattico – e la differenziazione delle iniziative culturali in base alle esigenze delle diverse categorie di utenti, per rendere l’offerta culturale ottimale anche quanti possiedono una bassa propensione al consumo culturale.

Potranno essere presentati progetti culturali dalle Comunità di valle o dai Comuni, per progetti la cui titolarità è condivisa da più Comuni, o se promossi da uno solo di questi, hanno ad oggetto iniziative che si svolgono su più Comuni o coinvolgono nella propria organizzazione soggetti pubblici o privati appartenenti ad altri ambiti territoriali, oppure prevedono presenza di un pubblico di ambito sovracomunale, o sono finalizzati alla realizzazione di reti locali o tematiche in relazione al Sistema Bibliotecario Trentino.

La domanda di contributo, indirizzata al Servizio Attività e produzione culturale, dovrà essere trasmessa tramite posta elettronica certificata alla casella Pec: serv.attcult@pec.provincia.tn.it, o per interoperabilità PiTre, entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del Bando sul sito internet istituzionale e almeno il giorno precedente l’inizio delle iniziative alle quali essa si riferisce. Il modulo di domanda sarà scaricabile dal sito della PAT al link https://www.provincia.tn.it/Documenti-e-dati/Modulistica . Nel caso in cui la titolarità del progetto sia in capo a più comuni, la domanda dovrà essere presentata da un comune individuato quale capofila. I soggetti beneficiari dovranno impegnarsi, pena esclusione dal finanziamento, a rispettare il disciplinare del marchio Eco-eventi Trentino.

Circa Redazione

Riprova

OMPETENZE E LAVORO, L’84% DELLE AZIENDE PRONTE AD ASSUMERE NEI PROSSIMI SEI MESI

Indagine di Fòrema sul tessuto economico del Veneto. La manifattura guida le richieste (44% di …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com