Parigi: la Senna diventerà balneabile per le Olimpiadi

La Senna è uno dei simboli di Parigi, e l’idea è di renderla balneabile entro il 2024, anno in cui la capitale francese ospiterà le Olimpiadi. Si tratta di un progetto ambizioso in chiave ambientalistica e un possibile esempio da seguire per le altre città europee e non solo.

L’idea è quella di tenere la cerimonia di apertura nei pressi del fiume storico, senza che faccia solo da sfondo, ma che sia protagonista. L’amministrazione vuole organizzare alcuni eventi nella Senna, come avvenuto nel 1900. Tuttavia, dal 1923, è in vigore il divieto di balneazione a causa della scarsità d’acqua e dell’inquinamento. Limite che si vuole superare nei prossimi due anni.

Cosa prevede il progetto

Si interverrà sul sistema fognario di Parigi, che al momento rischia il collasso nel caso di forti piogge. Infatti, attualmente, le acque reflue si mescolano con l’acqua piovana e vanno a finire nella Senna, provocando un forte tasso di inquinamento.

Ecco allora che il pericolo di malattie da batteri è maggiore. Da questo presupposto nasce l’idea di rendere balneabile la Senna, attraverso un intervento da 1,6 miliardi di dollari per creare un enorme serbatoio sotterraneo capace di contenere il corrispettivo di 18 piscine olimpiche.

La cisterna verrà costruita sotto un giardino pubblico e sarà alimentata da un tunnel sotterraneo che raccoglie l’acqua da due sfioratori. L’acqua accumulata, in questo modo, potrà essere pompata nuovamente nel sistema fognario quando le piogge diminuiscono.

Si sta testando anche un sistema di sensori, autonomo e galleggiante, che si chiama Alert, che misura i livelli di batteri nel fiume in tempo reale. Si tratta di un’idea che può essere d’esempio per altre città che si trovano in condizioni simili. Parigi, infatti, non è l’unica grande città europea che si trova con un sistema fognario inadatto alle esigenze odierne e il cambiamento climatico sta avendo un peso considerevole in tal senso.

“Gli straripamenti delle acque reflue nei fiumi si verificano più spesso poiché gli eventi meteorologici estremi come le forti piogge stanno diventando più frequenti”, ha dichiarato Nicolas Caradot, un esperto nella gestione delle acque urbane.

Di conseguenza, se il piano di Parigi per rendere la Senna balneabile funziona, altre città potrebbero replicarlo per migliorare lo stato dei propri fiumi, indipendentemente da dove si giocheranno i prossimi giochi olimpici. A tal proposito, ecco perché le Olimpiadi si chiamano così.

Circa Redazione

Riprova

Vino e caprioli, allarme in Toscana

Scatta l’allarme vino e caprioli in Toscana, dove la siccità influisce in maniera negativa sulle vendemmie …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com