Offese al ministro Kyenge, Borghezio espulso dal gruppo degli euroscettici

Ancora guai per l’europarlamentare del Carroccio Mario Borghezio.  Al politico leghista sono costate care le offese al ministro Kyenge, confermate successivamente anche nel corso di un’intervista a Panorama. Tali insulti non sono passati inosservati all’occhio vigile del Parlamento europeo, che ha deciso di espellere Borghezio dal gruppo Efd . La notizia viene confermata da fonti di “Europa della libertà  e democrazia”, secondo cui la procedura di espulsione per Borghezio era iniziata venerdì scorso. Il presidente  Efd, Nigel Farage, ha chiesto infatti via mail agli eurodeputati se condividessero o meno l’idea di espellere Borghezio. I due terzi dei parlamentari hanno votato a favore dell’allontanamento del leghista.

Nell’intervista pubblicata su Panorama venerdì  scorso, Borghezio si era definito non razzista ma “differenzialista”, sostenendo di “preferire che la massa dei neri resti a casa propria” Questa mattina, prima della decisione dell’Efd, l’eurodeputato della Lega Fiorello Provera, vicepresidente della commissione Esteri del Parlamento europeo a Bruxelles, aveva preso le distanze dalle dichiarazioni di Borghezio.

“Non mi risulta che queste posizioni coincidano con quelle della Lega Nord -ha chiarito- sicuramente non coincidono con le mie. Credo che queste generalizzazioni o categorie ‘etniche’ diluiscano il principio di responsabilità  del singolo individuo, principio in cui credo fermamente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com