Naufragio Lampedusa, arrestato il presunto scafista

La procura di Agrigento ha emesso all’alba il fermo di polizia giudiziaria nei confronti di un tunisino, Ben Salem Khaled, 35 anni con l’accusa di omicidio plurimo, procurato naufragio e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Ad incastrare il 35enne   che è finito in carcere una decina di superstiti eritrei che lo hanno riconosciuto dalle fotografie che sono state mostrate dagli uomini della Squadra mobile di Agrigento. L’uomo era a piede libero ed era al Centro d’accoglienza di Lampedusa insieme con i sopravvissuti. Gli eritrei, come emerge dalle loro testimonianze, lo chiamavano ‘White man’ perché era l’unico non di colore sul barcone. Secondo quanto dicono le fonti, il tunisino era insieme ad un complice, l’unico a dormire nella cuccetta del barcone. Mentre tutti gli altri erano costretti a vivere ammassati gli uni sugli altri, compresi i bambini più piccoli.

Circa redazione

Riprova

Terra dei fuochi, nuovo sequestro da 200 milioni per i fratelli Pellini

Nuovo maxi sequestro da 200 milioni di euro per i fratelli Giovanni, Cuono e Salvatore …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com