Napoli, tutto pronto al Maradona per la festa scudetto

Napoli. Tutto pronto al Maradona per una festa Scudetto mai vista. Da Belen alle figlie di Diego, ospiti, programma e la coppa

Il momento è arrivato, oggi il Napoli sarà incoronato ufficialmente come campione d’Italia. Un titolo già conquistato un mesetto fa e che ora sarà celebrato al Maradona con il trofeo della Serie A e una festa che si preannuncia imperdibile.

Saranno in 55mila all’ex San Paolo a fronte di 350mila richieste, riporta il Corriere dello Sport. È previsto un lungo show post-partita, dopo Napoli-Sampdoria (in campo alle 18:30), in diretta su Rai2 dalle ore 21. De Laurentiis ha voluto fare le cose in grande e, oltre alla possibilità che ci sia addirittura Giorgio Armani, tra gli sponsor della società, sono stati annunciati grandi artisti che allieteranno la serata dei tifosi azzurri. Gigi D’Alessio, Nino D’Angelo, Clementino, Stash, Lda, Geolier, Noa, Arisa, Emma sono solo alcuni degli ospiti che si alterneranno oltre ad attori e comici. E c’è chi vocifera di grandi ospiti internazionali a sorpresa. Il presentatore della festa sarà Stefano De Martino, in compagnia di Belen Rodriguez. Non ci sarà invece l’ex presidente Ferlaino che volerà in Argentina per pregare sulla tomba di Diego. Attesa invece ‘Lady Maradona’, Claudia Villafane, ex moglie di Diego e madre delle due figlie, che sarà a Napoli insieme a Giannina Maradona.

“Considerata l’alta richiesta dei tifosi per assistere all’ultima partita di campionato Napoli-Sampdoria prevista per oggi allo stadio Maradona e seguendo la linea dell’Amministrazione di favorire una festa diffusa per lo scudetto degli azzurri in un clima di gioiosa comunità in piazza, il sindaco Gaetano Manfredi, d’intesa col prefetto Claudio Palomba, ha chiesto e ottenuto che non solo la festa organizzata dal Calcio Napoli, ma anche la partita stessa venisse trasmessa sui maxischermi allestiti dal Comune di Napoli in tre piazze cittadine e in 17 comuni dell’area metropolitana. La Lega di Serie A e la tv detentrice dei diritti Dazn hanno consentito la visione del match almeno dal secondo tempo. I maxischermi saranno quindi in funzione dalle 19.15 fino al termine della festa. Le piazze interessate a Napoli sono le seguenti: Piazza del Plebiscito, suddivisa in due settori, alla presenza di due schermi; Piazza Mercato con uno schermo; Piazza Giovanni Paolo II, a Scampia, con uno schermo. Le rispettive aree saranno controllate dagli steward delle società affidatarie del servizio. Il sindaco Manfredi ha infine autorizzato l’installazione di un maxi-schermo anche nello spazio comunale Piazza Forcella per vedere la partita Napoli-Sampdoria e i successivi festeggiamenti”, questo quanto comunicato dal Comune. Questo quindi l’elenco dei Comuni dell’area metropolitana: Quarto, Pozzuoli, Portici, Meta, Marigliano, Giugliano, Cardito, Calvizzano, Bacoli, Casalnuovo, Frattamaggiore, Nola, San Giorgio a Cremano, Qualiano, Castello di Cisterna, Palma Campania e Castellammare di Stabia.

Mancherà un appuntamento desiderato da tantissimi tifosi: quello col pullman scoperto. Una decisione che ha suscitato qualche perplessità, perché il pullman scoperto è sicuramente una delle grandi tradizione dei festeggiamenti, ma in occasione della festa scudetto del Napoli non ci sarà. Il motivo per cui non c’è il pullman scoperto a quanto si legge è legato a ragioni di ordine pubblico. Non si è trovata una soluzione per garantire il regolare svolgimento dell’ipotetico percorso del pullman e, per evitare problematiche, la società e il comune hanno deciso di accantonare l’idea, garantendo comunque moltissime vie per festeggiare questo scudetto. I tifosi non potranno avere così un contatto diretto coi tifosi per le strade, ma il Napoli sta garantendo comunque moltissime occasioni per celebrare questo scudetto, come testimonia la preparazione della festa scudetto, ma anche altre iniziative che in queste settimane hanno visto protagonisti i calciatori napoletani e che continueranno ad andare avanti nelle prossime settimane.

Il trofeo sarà consegnato dalla Lega Serie A e TIM direttamente sul terreno di gioco dello stadio “Diego Armando Maradona” al termine della gara. Il Presidente della Lega Serie A, Lorenzo Casini, e l’Amministratore Delegato di TIM, Pietro Labriola, consegneranno la medaglia d’oro a tutti i calciatori e all’allenatore del Napoli, Luciano Spalletti. Il Capitano Giovanni Di Lorenzo salirà per ultimo per alzare la Coppa di Campione d’Italia. Sarà presente anche il Presidente della Figc, Gabriele Gravina. Lo Scudetto, come simbolo della vittoria del Campionato di Serie A TIM, è un’esclusiva italiana e ha una storia illustre. L’invenzione del piccolo stemma è, infatti, riconducibile al genio di Gabriele D’Annunzio, che nel 1920 a Fiume volle apporre uno scudo tricolore sulla divisa di una selezione del comando militare italiano in occasione di una gara amichevole tra i legionari e una rappresentativa locale. Nel 1924 lo Scudetto venne adottato dalle autorità calcistiche nazionali e fu deciso che la squadra prima classificata del campionato lo applicasse sulla maglia con i colori della bandiera italiana, rappresentativo dell’unità nazionale a livello calcistico. La Coppa di Campione d’Italia, invece, è stata ideata nel 1960 da Ettore Calvelli (1912-1997), medaglista e scultore di consolidata fama internazionale, e dal 2005 viene consegnata direttamente sul campo.

Circa Redazione

Riprova

Manovra 2023, approvata la Nadef. Il gioco del Lotto all’asta per finanziare le Legge di Bilancio

Via libera del Consiglio dei ministri alla Nota di aggiornamento del Documento di economia e …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com