Napoli, scivolone al San Paolo: perde contro il Cagliari

Parte male il campionato del Napoli. L’anno della svolta, quello che potrebbe consacrarlo campione d’Italia, è iniziato con due sconfitte nelle prime cinque partite di campionato. Dopo quella subita a Torino contro  Juventus è arrivata quella poco prevedibile subita al San Paolo contro il Cagliari. Era una partita da vincere invece sono stati lasciati sul campo tre punti fondamentali nella lotta scudetto. Gli uomini di Ancelotti non hanno saputo concretizzare le decine di occasioni da gol ma al primo vero tiro subito in porta hanno preso gol. Si darà la sfortuna e i pali di Mertens. Ma il Napoli trionfatore in Champions League contro il Liverpool campione d’Europa è caduto miseramente in casa. Il Cagliari forse al fischio finale nemmeno credeva di aver vinto. Gli azzurri hanno giocato al tiro al bersaglio ma non sono riusciti a chiudere mai la partita: e questi errori si pagano.

Contro i sardi il turnover massiccio con otto cambi rispetto alla formazione iniziale di Lecce non ha portato i frutti sperati. La coppia Lozano-Mertens ha faticato nel primo tempo a trovare spazi. A centrocampo si è fatta sentire e come l’assenza di Fabian Ruiz. E poi la difesa: uno dei pezzi forti del Napoli non va. Koulibaly, entrato in campo col Cagliari all’intervallo al posto di Maksimovic e uscito, per espulsione, circa 42 minuti dopo a causa delle proteste dopo il gol di Castro, non è gigante che si è conosciuto. Si è all’inizio del campionato ma il gigante senegalese in queste prime partite sembra più che smarrito. Così la realtà dice che il Napoli è a meno sei punti dall’Inter capolista ed è fermo a 9 punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com