Meloni a Bruxelles: ‘L’Italia difenderà i suoi interessi’

La giornata europea di Giorgia Meloni ha dato un primo risultato: il premier si dice “contenta” della disponibilità all’ascolto riscontrata. E soddisfatta di avere portato a Bruxelles il punto di vista italiano su varie sfide che attendono i paesi Ue.

“Ho voluto organizzare qui a Bruxelles – ha chiarito in un breve punto stampa ripreso in un video sulle sue pagine social – la prima visita istituzionale del governo italiano fuori dai confini nazionali: volevo dare il segnale che ho portato di una Italia che vuole partecipare, collaborare, difendere il proprio interesse nazionale e farlo all’interno della dimensione europea, cercando le soluzioni migliori per le grandi sfide che stiamo affrontando”.

Meloni ha incontrato la presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola,  la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e il presidente del consiglio europeo Charles Michel. A pranzo ha visto inoltre il commissario europeo all’Economia Paolo Gentiloni.

“Mi pare che anche dal punto di vista personale, umano – ha detto ancora il premier Meloni – si sia creata una interlocuzione molto franca e positiva. Sono contenta di come è andata questa giornata nella quale io ho portato il punto di vista italiano sulle più grandi questioni che dobbiamo affrontare. La crisi ucraina, la risposta da dare sul tema dell’aumento dei costi dell’energia, abbiamo parlato di come spendere al meglio le risorse del Pnrr e abbiamo parlato anche di flussi migratori”.

Giorgia Meloni ha insistito sul cambio di punto di vista sul tema dei migranti che ha portato all’attenzione degli interlocutori europei. “Per noi la priorità è la difesa dei confini esterni. Materia molto delicata e importante, sulla quale ho trovato orecchie disponibili all’ascolto”. Tra le altre materie di cui Meloni ha parlato nei suoi incontri a Bruxelles anche la difesa dei prodotti alimentari italiani.

“Parlare direttamente – ha infine commentato Meloni – può aiutare a smontare una narrazione che era stata fatta sulla sottoscritta e sul governo italiano”. Quindi si è visto che “non siamo dei marziani ma persone in carne e ossa,  che spiegano le loro posizioni. Ovviamente questo è un primo incontro e da questi colloqui nasceranno una serie di dossier molto concreti sulle varie materie”.

L’incontro tra Meloni e Metsola

Il Parlamento europeo ha rilasciato un video di circa 3 minuti e mezzo che sintetizza alcuni momenti dell’incontro tra Meloni e Metsola. Nel filmato si sente Meloni spiegare a Metsola che «ho il Consiglio dei ministri, perché stiamo correndo contro il tempo per la legge di bilancio». «Sono molto contenta – aggiunge Meloni – di aver scelto di venire qui per la mia prima visita internazionale, qui a Bruxelles e segnatamente qui al Parlamento». Successivamente, commentando l’incontro, Meloni, che all’uscita dal Parlamento europeo è stata salutata da alcuni simpatizzanti con i quali ha anche fatto dei selfie, ha detto che è andato «bene». Nelle immagini rilasciate dal Parlamento europeo, le due leader appaiono in grande sintonia, in un clima di cordialità e intesa.

Meloni è accompagnata nel suo viaggio istituzionale, tra gli altri, dal ministro degli Affari Europei, Raffaele Fitto, già eurodeputato e copresidente del gruppo dell’Ecr. Fitto, prima della partenza, ha parlato della visita a Bruxelles e degli incontri con i vertici delle istituzioni comunitarie come dell’«avvio di un dialogo costruttivo e proficuo, dando rispetto e chiedendo rispetto, per trovare soluzioni serie e concrete ai tanti dossier aperti, a partire dalle crisi economica ed energetica». A sua volta il premier  prima della partenza ha scritto sui social che «la voce dell’Italia in Europa sarà forte: siamo pronti ad affrontare le grandi questioni, a partire dalla crisi energetica; collaborando per una soluzione a sostegno di famiglie e imprese e per frenare la speculazione».

Circa Redazione

Riprova

La commissione affari costituzionali del Senato boccia il terzo mandato per i governatori, ma la maggioranza non si spacca

Fratelli d’Italia e Forza Italia voltano le spalle alla Lega di Matteo Salvini sull’emendamento sul …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com