Manovra, Di Maio conferma: quota 100 e reddito partiranno a febbraio e a marzo

La manovra continua a tener banco al Governo. In attesa di capire la decisione definitiva di Bruxelles, il vicepremier Luigi Di Maio concede una lunga intervista ai microfoni di RAI Radio 2: “Sono ore decisive – ribadisce il leader pentastellato riportato da Repubblica – per il dialogo con l’Europa. Noi stiamo facendo tutto quello che è nelle nostre possibilità. Abbiamo fatto una legge che mantiene le promesse e un’offerta a Bruxelles di riduzione del deficit che non ci fa stare perfettamente nei parametri ma è un segnale di dialogo“.

 Il ministro del Lavoro non ha nessuna intenzione di non mantenere gli accordi presi con i cittadini: “Non continueremo a dialogare se ci chiederanno di tradire gli italiani. Le prossime ore saranno decisive con il Governo che si metterà al lavoro per l’ultima volta. Il ministro Tria e il premier Conte hanno definito gli ultimi dettagli. C’è fiducia e sono certo che dal primo gennaio entrerà in vigore una legge che può dar vita a un cambiamento in Italia“.

Di Maio smentisce anche eventuali modifiche su quota 100 e reddito di cittadinanza: “Le due misure resteranno come le abbiamo progettate. Siccome partiranno rispettivamente a febbraio e marzo costeranno un po’ meno rispetto al preventivato. Quando mi siedo ad un tavolo con Salvini e Conte si trova sempre l’accordo. Quello che abbiamo ottenuto con il dialogo è un miglioramento dei nostri rapporti con l’obiettivo di dare dei risultati agli italiani. Per strada mi ferma molta gente che mi chiede di andare avanti“. Conclusione finale sulla Start-Up Italia: “Ho parlato con i ragazzi che hanno brevettato questi progetti. Molti giovani a volte investono le risorse dei genitori, altre fanno un doppio lavoro e proprio per questo vanno aiutati. Da gennaio sarà disponibile un fondo da un miliardo di euro per finanziare le idee innovative“.

Circa Redazione

Riprova

Professionisti, costruttori e magistratura a confronto sulla gestione delle partecipate

Turi (commercialisti): “Serve forza rinnovatrice che dia il via alle semplificazioni” Lancellotti (Acen): “Funzione sempre …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com