“Io voto Giorgia perché è una di noi…”. Lo spot di FdI per le Europee: parla la gente comune

Gente comune, lo studente, la pensionata, l’agricoltore, il medico, la donna diversamente abile, l’operaio, la mamma lavoratrice, ognuno con un buon motivo per votare Giorgia Meloni alle prossime Europee. Lo spot di Fratelli d’Italia, girato da una casa di produzione cinematografica di Roma, è una piccola novità nel panorama politico italiano per il ritmo – domande e risposte brevi – e per la qualità della fotografia e del suono, in stile “movie” più che trailer.  Le frasi chiave individuate hanno a che fare col profilo “underdog” del presidente del Consiglio, una che viene dal basso, che si è fatta da sola, una che conosce i problemi della gente e che non si vergogna, anzi si vanta, di essere “una di voi”. Un’operazione verità anche rispetto alle fake dell’opposizione, sugli aumenti delle pensioni, su più fondi sulla sanità, sulla riforma fiscale, donne, famiglia, lo Stato finalmente amico, l’agricoltura da difendere da quella Europa che, con la sinistra, vuole «imporre regole assurde».

Fratelli d’Italia ha lanciato un nuovo spot elettorale in vista delle elezioni europee, quando mancano meno di due settimane al voto. Nel video, molti personaggi diversi – un cameriere, uno studente, un medico, un agricoltore, un allenatore e così via – citano i motivi per cui intendono votare il partito alle elezioni europee. In linea con il resto della campagna elettorale di FdI, la particolarità è che gli attori non invitano a votare “Fratelli d’Italia”, ma “Giorgia”, ovvero Giorgia Meloni.

“Io voto Giorgia perché è una del popolo”, dice il primo personaggio, un cameriere dall’accento romano, insistendo sull’immagine di Meloni come donna di origine ‘popolare’. Lo stesso punto su cui ritorna una donna in un ufficio alcuni secondi dopo: “Io voto Giorgia perché si è fatta strada partendo dal basso”. E ancora poco dopo un ragazzo: “Io voto Giorgia perché è una di noi e non si è montata la testa”.

Insomma, per tre volte lo spot torna a ribadire che il motivo per votare Fratelli d’Italia alle europee sarebbe che Giorgia Meloni è una donna “del popolo” che “si è fatta strada partendo dal basso”, e anche adesso che è arrivata a guidare il governo italiano “non si è montata la testa”, ma è rimasta “una di noi”. Gli altri interventi, invece, invitano a dare il proprio voto al partito (o meglio, a Meloni) per degli obiettivi che il governo avrebbe raggiunto.

Migranti, Bartolo (Pd): “Gli accordi con dittatori che vogliono solo i soldi dell’Europa sono un abominio”
Anche in questo caso, non si parla di risultati ottenuti dal governo nel complesso, né dal partito di maggioranza Fratelli d’Italia, ma da “Giorgia”. Ad esempio, uno studente dice: “Finalmente posso votare senza dover tornare a casa, e risparmio pure i soldi del biglietto”. Il riferimento è alla possibilità del voto per i fuori sede, che sarà sperimentato per la prima volta alle europee. Si tratta di un emendamento presentato da Fratelli d’Italia al decreto Elezioni del governo, per quanto le opposizioni avessero chiesto di allargare questa possibilità anche a chi vive lontano dalla propria residenza per motivi di lavoro o di salute.

Un allenatore di calcio dice che la premier “valorizza lo sport”, e soprattutto “non si arrende mai”. Ancora riferimenti alle caratteristiche personali di Meloni. Una signora afferma: “Io voto Giorgia perché mi ha aumentato la pensione”. Anche in questo caso, il merito di un presunto aumento delle pensioni non va alla maggioranza di centrodestra, né al governo che ha varato la manovra di quest’anno (peraltro inserendo una stretta sulle pensioni anticipate), né a Fratelli d’Italia. È proprio Meloni, apparentemente, che ha alzato le pensioni.

Lo stesso vale per l’agricoltore che afferma: “Voto Giorgia perché crede nel valore della terra. Ci ha sempre difeso, anche quando la sinistra voleva imporci regole assurde”, dimenticando però che le proteste dei trattori erano anche contro un aumento delle tasse deciso proprio dal governo Meloni (e poi ritirato in parte). O per il medico che afferma che Giorgia “ha aumentato i fondi per la sanità”, un’affermazione che si può contestare da diversi punti di vista. O per chi afferma che Meloni “difende la libertà delle donne”. Infine, lo spot si chiude con un’immagine su cui Fratelli d’Italia ha deciso di puntare più volte: una donna con il figlio che ringrazia Meloni per aver “aiutato noi mamme a conciliare famiglia e lavoro”, anche se non spiega come.

Circa Redazione

Riprova

Lep: livelli essenziali di prestazione dell’autonomia differenziata

Uno dei pezzi fondamentali della legge sull’autonomia differenziata sono i Lep, i livelli essenziali di …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com