Ilva. 1.400 dipendenti senza lavoro

I guai per i dipendenti dell’Ilva non finiscono mai e purtroppo ora le proteste serviranno a ben poco perché il loro destino è già stato deciso. I portavoce dell’azienda di Taranto hanno annunciato che “da ora e a cascata per le prossime settimane” circa 1.400 dipendenti rimarranno senza lavoro, quale conseguenza del ‘no’ del gip al dissequestro dei prodotti giacenti sulle banchine. Il ministro Clini ha annunciato un nuovo emendamento al decreto salva-Taranto”per consentire la commercializzazione di quanto prodotto prima del provvedimento. “La magistratura non può fare ragionamenti di convenienza che non le spettano”. Così Maurizio Carbone, dell’Anm commenta il ‘no’ al dissequestro dei prodotti finiti dell’Ilva di Taranto e l’emendamento che il Governo si appresta a presentare. “Il gip – continua Carbone – ha ritenuto che il decreto non andasse applicato” su quanto prodotto prima dell’emanazione dello stesso. Bisogna “dare merito alla magistratura di aver fatto diventare l’Ilva un caso nazionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com