Il pentito Brusca: “L’ex ministro Mancino destinatario del ‘papello'”

Nell’ambito dell’udienza preliminare sulla trattativa Stato-mafia il pentito Giovanni Brusca ribadisce durante l’interrogatorio svoltosi nel carcere di Rebibbia che: “Il destinatario del ‘papello’ era Nicola Mancino”. L’elenco con le richieste della mafia allo Stato era diretto all’ex ministro dell’Interno Nicola Mancino. Brusca e Mancino sono imputati, assieme a politici, boss ed ex ufficiali dell’Arma. Il collaboratore è accusato di violenza o minaccia a Corpo politico dello Stato, l’ex ministro di falsa testimonianza. Brusca ha datato la consegna del papello agli ufficiali del Ros tra la strage di Capaci e quella di via D’Amelio. Pronta la risposta dell’ex ministro: “Non ho mai ricevuto alcuna richiesta” per un “alleggerimento del contrasto dello Stato nella lotta alla mafia”. E’ quanto afferma l’ex ministro in seguito alle dichiarazioni del pentito Giovanni Brusca che lo ha indicato come il destinatario dell’elenco.

 

Circa redazione

Riprova

Smog a Torino, ex sindaci ed ex governatori a processo

La situazione smog nella zona della Pianura Padana peggiora di giorno in giorno. Dopo l’allarme …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com