Finlandia: il nome di Putin tra i ricercati, la polizia si scusa

La polizia finlandese ha chiesto scusa al Presidente russo Vladimir Putin, per aver inserito erroneamente il  suo nome in una lista interna di ricercati. Si è trattato di “un errore serio”, ha riconosciuto il capo delle forze dell’ordine, Mikko Paatero, sottolineando che “non c’era nessuna ragione legale per farlo”. Non è ancora chiara la dinamica di come il nome di Putin, sia stato aggiunto in lista due settimane fa ed è stato rimosso solo ieri dopo che l’errore era stato svelato dai media locali. L’episodio ha comunque spinto la polizia a ricontrollare il database da cima a fondo per verificare che i nomi inseriti fossero giustificati.

Circa redazione

Riprova

Unicef: “Più di un bimbo su 4 in grave povertà alimentare”

Più di un bambino su quattro sotto i 5 anni nel mondo vive in “grave …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com