Filippo Gori, il primo italiano a diventare ceo per l’Europa di JP Morgan

Il banchiere italiano Filippo Gori è stato nominato Ceo di JPMorgan per la regione EMEA e co-head di global banking. È la prima volta che un italiano diventa il numero uno di tutte le attività in Europa, Medio Oriente e Africa della più grande banca al mondo sia per total assets che per capitalizzazione di Borsa. Gori sarà anche co-responsabile, insieme a Doug Petno, dell’investment banking e del commercial banking di JPMorgan a livello globale.

Filippo Gori, 49enne, originario di San Giovanni Valdarno (provincia di Arezzo), si è laureato all’università Bocconi di Milano e poi ha iniziato la sua carriera in JPMorgan nel 1999, svolgendo diversi ruoli nelle sedi Londra e New York. Nel 2013 il trasferimento a Hong Kong dove ha svolto vari incarichi fino a diventare Chief Executive Officer di JPMorgan per la regione AsiaPacific nel 2019, supervisionando le attività della banca nei 16 Paesi in cui è JP Morgan è presente in quella regione.

Attualmente il banchiere toscano risiede a Hong Kong con la moglie e due figli e a breve si trasferirà a Londra per assumere il nuovo incarico. A sostituirlo alla guida dell’area Asia Pacifico è stato già nominato il banchiere olandese Sjoerd Leenart.

Circa Redazione

Riprova

Casa green. Ferrante (Fi): ‘Bene no Italia, basta salassi ideologici’

“L’Italia ha giustamente confermato la propria contrarietà alla direttiva Ue sulle case green: è il …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com