Fase 2 tra estate e viaggi

Intervenuto ai microfoni de il ‘Corriere della Sera’, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha parlato della fase 2 del coronavirus ovviamente guardando all’estate. Molti italiani si chiedono se e come sarà possibile andare al mare o in montagna, se in Italia ci saranno ancora restrizioni o se si potrà vivere appieno la nuova fase, quella della convivenza con il coronavirus: ‘Se non si rispetta il distanziamento sociale rischiamo di vanificare tutti gli sforzi fatti. Questa estate l’Italia non rimarrà in quarantena’

 Conte ha  assicurato che questa estate gli italiani potranno fare le vacanze e non saranno in quarantena. Al momento mancano indicazioni certe e un programma dettagliato, ma l’estate non sarà in lockdown. Salvo clamorosi colpi di scena, almeno: ‘Quest’estate non staremo al balcone e la bellezza dell’Italia non rimarrà in quarantena. Potremo andare al mare, in montagna, godere delle nostre città. E sarebbe bello che gli italiani trascorressero le ferie in Italia, anche se lo faremo in modo diverso, con regole e cautele. Attendiamo l’evoluzione del quadro epidemiologico per fornire indicazioni precise su date e programmazione’.

In realtà per quanto riguarda viaggi ed estate molti Paesi esteri sono pronti ad aprire le frontiere, è il caso dell’Egitto che ha messo a punto un piano strategico per garantire un turismo sicuro nel 2020, delle Maldive che hanno le idee piuttosto chiare su quando e come far tornare i visitatori e della Grecia, che sembra aver superato l’emergenza sanitaria.

Certo è che che il nostro modo di viaggiare cambierà, almeno per il momento, e che prima di essere effettivamente in grado salire a bordo di un velivolo dovremo superare dei test relativi al nostro stato di salute.

Un metodo innovativo è quello che si sta implementando presso l’Aeroporto internazionale di Hong Kong. Gli operatori sono al lavoro per testare una capsula automatizzata di disinfezione contro il virus, che in questo momento ci costringe a non viaggiare, e ogni altro agente patogeno.

Si tratta di una nuova tecnologia che, in pochi secondi, potrebbe igienizzare persone e oggetti prima di effettuare il check-in. In questo momento la cabina è in fase di sperimentazione e viene testata esclusivamente dal personale aeroportuale, ma nonostante questo offre già un’idea su quali potrebbero essere in futuro le procedure che ci permetteranno di prendere l’aereo in sicurezza.

Il sistema è particolarmente interessante in quanto consentirà, sempre se dovesse funzionare come sembra, di uccidere batteri e virus, sia dalla pelle, sia dagli indumenti. E il fatto più sorprendente è che non avrà alcuna controindicazione per la salute.

La procedura sarà molto semplice: si entra nella cabina, si sale su una pedana e un macchinario vaporizzerà, per pochi secondi, un antisettico utile alla disinfezione istantanea. Una volta terminato il processo, si potrà uscire dal lato opposto del varco. Il tempo stimato complessivo è di soli 40 secondi.

Questo sistema che permetterà di disinfettare il corpo in maniera totale si chiama: CleanTech e l’Aeroporto di Hong Kong è il primo al mondo a testarlo. La cabina è rivestita con un materiale antimicrobico ed è dotata di luce ultravioletta e un vaporizzatore robotico in grado di uccidere qualsiasi virus e batterio sugli indumenti. L’operazione, inoltre, avverrà in una capsula a pressione negativa, una tecnica di isolamento utilizzata ampiamente anche negli ospedali per prevenire la contaminazione.

Il tutto è ancora in fase di studio, ma è evidente che una volta terminate le sperimentazioni necessarie, verrà presa una decisione sull’attuazione permanente o meno di questa nuova misura di sicurezza.

Insomma, sembra proprio che presto potremo tornare a viaggiare nel rispetto del prossimo e, soprattutto, con sistemi che proteggeranno la nostra salute.

Arianna Manzi

Circa Redazione

Riprova

Palermo, RIORGANIZZAZIONE AMAP

L’Amministratore unico di AMAP ha incontrato le sigle sindacali dell’azienda per avviare il confronto in …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com