Evasione fiscale. Monti: “Giù le tasse se tutti pagano”. Nel 2011 recuperati 12 mld di euro

“Se ognuno dichiara il dovuto, il fisco potrà essere più leggero per tutti. E’ un impegno ineludibile che vogliamo raggiungere anche migliorando la trasparenza fiscale e il rapporto tra fisco e cittadini”. E’ quanto dice il presidente del consiglio, Mario Monti, che, per dare impulso all’evasione fiscale, ha oggi riunito una task force in via XX settembre alla quale hanno partecipato i vertici del dicastero e delle agenzie fiscali. “Nel 2011 grazie all’operato dell’Agenzia delle entrate e della Guardia di finanza – ha spiegato il premier – sono stati recuperati 12 miliardi di euro. Ma si può e si deve fare di più”. Monti non si accontenta e detta ai vertici dele amministrazioni finanziarie le nuove linee guida nella lotta all’evasione che “mirano non solo a rafforzare le azioni di contrasto all’evasione fiscale, ma anche e soprattutto a incentivare le azioni di prevenzione e migliorare la fiducia dei cittadini nella lotta all’evasione fiscale, incoraggiando un cambio di mentalità in favore della compliance”.

Dipartimento delle Finanze. Il Dipartimento delle Finanze per rendere sempre più efficace la lotta all’evasione fiscale, analizzerà i comportamenti dei contribuenti; incrementerà e potenzierà lo scambio di informazioni con gli enti territoriali e avvierà un processo di razionalizzazione del sistema di tassazione. La P.A. sarà caratterizzata da un massiccio uso delle tecnologie informatiche. “Il Dipartimento, dice il premier, punterà sempre di più alla valorizzazione del merito e alla promozione dei livelli di efficienza, efficacia e qualità dei servizi erogati”.

Agenzia delle Entrate. L’Agenzia delle Entrate dovrà garantire una maggiore efficienza nei servizi ai contribuenti e nella gestione dei tributi. L’azione sarà caratterizzata da un’elevata qualità dei livelli di assistenza ai contribuenti e dal rispetto dei canoni di trasparenza e correttezza. Per questo si punterà alla semplificazione degli adempimenti a carico dei contribuenti e sarà sviluppata l’assistenza on line nei confronti dei cittadini. Allo stesso tempo verrà garantita una tempestiva liquidazione dei rimborsi.

Agenzia delle Dogane. L’Agenzia delle Dogane dovrà continuare nella sua azione di prevenzione e contrasto dell’evasione tributaria e degli illeciti extratributari. Allo stesso tempo sarà introdotta una semplificazione amministrativa e aumenterà la diffusione dei servizi telematici.

Agenzia del Territorio. L’Agenzia del Territorio predisporrà la governance del sistema catastale cooperando con i comuni. Secondo le direttive del premier, l’Ente dovrà puntare all’integrazione delle banche dati e all’introduzione dell’attestazione integrata ipotecario-catastale, assicurando la progressiva implementazione dei nuovi servizi dell’Anagrafe Immobiliare Integrata a soggetti pubblici e privati.Allo stesso tempo l’Agenzia dovrà massimizzare il proprio impegno per contrastare l’evasione e l’elusione fiscale nel settore immobiliare connessi a valorizzazioni catastali non aggiornate.

AAMS. L’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, in attesa di essere trasformata in Agenzia Fiscale, continuerà la lotta al gioco illecito e al consolidamento delle entrate.

Guardia di Finanza. Alla GdF, Mario Monti affida il compito di ostacolare le frodi tributarie e doganali, l’evasione fiscale internazionale e l’economia sommersa e il contrabbando. Nel mercato interno, le fiamme gialle dovranno continuare la vigilanza per contrastare la contraffazione dei marchi, la pirateria intellettuale e le violazioni in tema di sicurezza dei prodotti, contribuendo alla salvaguardia del Made in Italy. Annunciato un giro di vite anche sul carovita: per i finanzieri continuerà la rilevazione dei prezzi al consumo per fronteggiare i comportamenti anticoncorrenziali e le pratiche commerciali scorrette. E poi lotta alla criminalità organizzata e al riciclaggio di capitali illeciti.

 

Circa admin

Riprova

Marine Le Pen, seguita da Matteo Salvini, rompe con i tedeschi dell’Afd. In pratica, Salvini e Le Pen, si spostano verso la ‘destra responsabile’ a Bruxelles

A tre settimane dalle elezioni europee si consuma una clamorosa rottura nel gruppo europeo degli …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com