Elezioni Amministrative: 1.014 comuni chiamati al voto. L’elenco completo

Ultime battute di campagna elettorale in vista delle elezioni amministrative di domenica e lunedì che interessano quasi dieci milioni di elettori in tutta Italia. I comuni chiamati a rinnovare gli organi amministrativi sono più di mille. In totale andranno alle urne 1.014 comuni di cui 770 appartenenti a Regioni a statuto ordinario e 244 a Regioni a statuto speciale.

Le sfide più attese saranno giocate a Palermo, Genova, Verona, L’Aquila, Parma che fanno parte dei 28 comuni capoluogo chiamate al rinnovo di sindaco e Consigli comunali.

Si voterà in tutte le regioni italiane. Quelle con più comuni al voto saranno: Sicilia, Lombardia, Campania, Calabria, Veneto e Piemonte. Il Trentino-Alto Adige porterà un solo comune alle urne. Si voterà soprattutto in molti piccoli comuni inferiori ai 5 mila abitanti. Ci sono anche alcuni sotto i 100 abitanti: Sambuco (Cn), Cissone (Cn), Biello (Bg). Il comune più piccolo si trova in Abruzzo ed è Montelapiano (Ch), con 77 residenti al 01/01/2011.

Il voto di domenica e lunedì riguarderà le principali città portuali italiane: Palermo, Genova, Taranto, La Spezia, Brindisi, Trapani, Trani, Civitavecchia, Torre Annunziata, Alghero. L’unico grande comune, con popolazione superiore ai 100 mila abitanti in cui è sindaco uscente una donna, Marta Vincenzi, è Genova.

A causa delle disposizioni contenute nel decreto Salva Italia non si terranno le elezioni nelle Province che avrebbero dovuto rinnovare gli organi amministrativi (Ancona, Belluno, Como, La Spezia, Genova e Vicenza) delle Regioni a statuto ordinario. Nelle due Province siciliane (Caltanissetta e Ragusa) e in quella sarda di Cagliari, interessate al rinnovo degli organi elettivi, le due Regioni a statuto speciale dovrebbero, con propria normativa, adeguare le modalità di elezione a quanto previsto dal decreto Salva Italia.

Sono state revocate le elezioni a Casal di Principe, Casapesenna, Castel Volturno e Pagani in Campania, Bova Marina e Platì in Calabria e Leinì in Piemonte. Sono state rinviate al 17 e 18 giugno le elezioni per il comune di Rizziconi (Rc) a causa del decesso di uno dei candidati a Sindaco.

In sintesi, i numeri della consultazione elettorale: Comuni al voto sono 1.014 su 8.092 comuni italiani (12,5%). Comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti sono 173 su 1.014 (17,1%). Comuni con popolazione inferiore ai 15.000 abitanti sono 841 su 1.014 (82,9%). Capoluoghi di provincia sono 28 (di cui 1 con meno di 15.000 abitanti)

Abruzzo. 53 comuni:  L’AQUILA, Avezzano, Montesilvano, Ortona, San Salvo, Spoltore.

Basilicata. 26 comuni: Policoro

Calabria. 82 comuni: CATANZARO, Cassano allo Ionio, Castrovillari, Palmi, Paola.

Campania. 90 comuni: Acerra, Agropoli, Aversa, Capaccio, Cardito, Casavatore, Frattaminore, Ischia, Mondragone, Nocera Inferiore, Pozzuoli, San Giorgio a Cremano, Sant’Antimo, Torre Annunziata, Torre del Greco, Volla.

Emilia- Romagna. 18 comuni: PARMA, PIACENZA, Budrio, Comacchio

Friuli-Venezia Giulia. 26 comuni: GORIZIA

Lazio. 50 comuni: FROSINONE, RIETI, Ardea, Ceccano, Cerveteri, Civitavecchia, Gaeta, Ladispoli, Minturno, Sezze, Tarquinia

Liguria. 19 comuni: GENOVA, LA SPEZIA, Chiavari, Rapallo

Lombardia. 126 comuni: COMO, MONZA, Abbiategrasso, Arese, Buccinasco, Cantù, Cassano Magnago, Castiglione delle Stiviere, Cernusco sul Naviglio, Cesano Maderno, Crema, Desenzano del Garda, Erba, Garbagnate Milanese, Legnano, Lissone, Magenta, Meda, Melegnano, Palazzolo sull’Oglio, Pieve Emanuele, San Donato Milanese, Senago, Sesto San Giovanni, Tradate.

Marche. 15 comuni: Civitanova Marche, Fabriano, Jesi, Porto San Giorgio, Sant’Elpidio a Mare, Tolentino

Molise. 21 comuni: ISERNIA

Piemonte. 82 comuni: ALESSANDRIA, ASTI, CUNEO, Acqui Terme, Borgomanero, Caselle Torinese, Chivasso, Grugliasco, Mondovì, Omegna, Rivalta di Torino

Puglia. 63 comuni: BRINDISI, LECCE, TARANTO, TRANI, Bitonto, Canosa di Puglia, Casarano, Castellana Grotte, Castellaneta, Fasano, Galatina, Galatone, Gallipoli, Gioia del Colle, Giovinazzo, Gravina in Puglia, Martina Franca, Mottola, Palagiano, Polignano a Mare, Santeramo in Colle, Sava, Terlizzi, Torremaggiore, Tricase

Sardegna. Le elezioni si terranno il 10 e 11 giugno con ballottaggi il 24 e 25 giugno. 65 comuni: LANUSEI, ORISTANO, Alghero, Selargius

Sicilia. 149 comuni: AGRIGENTO, PALERMO, TRAPANI, Aci Catena, Alcamo, Aragona, Avola, Barcellona Pozzo di Gotto, Barrafranca, Belmonte Mezzagno, Caltagirone, Campobello di Licata, Castelvetrano, Cefalù, Corleone, Erice, Floridia, Lipari, Marsala, Melilli, Misterbianco, Nicosia, Niscemi, Palagonia, Paternò, Pozzallo, Racalmuto, Raffadali, Salemi, San Cataldo, Sant’Agata li Battiati, Sciacca, Scicli, Tremestieri Etneo, Villabate.

Toscana. 30 comuni: LUCCA, PISTOIA, Camaiore, Carrara, Quarrata

Trentino Alto Adige. 1 comune: Si vota solo nel comune di Cavedago (le elezioni si terranno domenica 20 maggio)

Umbria. 9 comuni: Narni, Todi

Valle d’Aosta. 3 comuni (le elezioni si terranno domenica 27 maggio)

Veneto. 86 comuni: BELLUNO, VERONA, Cerea, Cittadella, Conegliano, Feltre, Jesolo, Mira, Mirano, San Giovanni Lupatoto, Thiene, Vigonza

 

Circa Piera Toppi

Riprova

Guido Crosetto, cofondatore di FdI: ‘Io ministro? Meloni sa cosa fare, è la sfida della vita’

Ha vinto Giorgia Meloni, che grazie al formidabile traino di Fratelli d’Italia,  di cui cui …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com