Codice della Strada e Salvini: ‘Ecco le modifiche del decreto Infrastrutture’

Il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Matteo Salvini, ha annunciato un calendario di riforma del Codice della strada che prevede i primi interventi già in aprile tramite il decreto Infrastrutture, seguito dal completamento dell’iter nel giugno del 2024, compresa l’emanazione del Regolamento di attuazione necessario.

Tra questi, l’introduzione di norme per regolare l’utilizzo di monopattini ed e-bike, con l’obbligo di assicurazione e casco per gli utenti maggiorenni, la possibilità di inibire ai neopatentati la guida di vetture di maggiore potenza per un certo periodo, salvo la frequenza a corsi di guida sicura, e l’obbligo di installazione di dispositivi di verifica del tasso alcolemico e di blocco della messa in moto delle auto per chi dovesse essere già stato sanzionato per guida in stato di ebbrezza. Salvini ha anche sottolineato la necessità di adeguare le norme vigenti alle novità tecnologiche dei veicoli, l’innalzamento del limite di età per l’affiancamento della guida accompagnata a 70 anni e la possibilità di aumentare i limiti di velocità su alcuni tratti autostradali, di concerto con le società concessionarie. Salvini ha proposto l’introduzione di crediti formativi per corsi di sicurezza stradale non solo nelle scuole superiori, ma anche per gli studenti universitari dei primi anni.

Infine, il ministro ha evidenziato la necessità di intervenire sulla segnaletica orizzontale e sui pali di sostegno della segnaletica verticale, che non rispettano più la normativa europea, e di normare la revisione delle macchine agricole e ridurre i tempi di attesa per le ispezioni periodiche dei mezzi pesanti.

Circa Redazione

Riprova

Meloni alla convention di Vox: ‘Possiamo costruire Ue differente e migliore, può cambiare identità’

“Europa Viva 24”, è l’evento organizzato a Madrid da Ecr nell’ambito dei fine settimana culturali. …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com