Codice della strada 2023: regole più severe

Il nuovo Codice della Strada dovrebbe vedere la luce entro giugno 2024. Alcune delle novità più importanti però, come annunciato a più riprese dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini, dovrebbero essere introdotte già a partire da quest’estate con la pubblicazione di un decreto legge ad hoc.

Il ministro ha l’intenzione   di intervenire sugli autovelox, troppo spesso usati “solo per fare cassa”. Altre modifiche con’inasprimento delle sanzioni per le infrazioni più gravi e la revisione del meccanismo di recupero dei punti della patente.

Al centro del decreto il tema della sicurezza stradale. In diverse occasioni Salvini ha parlato di “ergastolo della patente” con il ritiro della patente a vita per le infrazioni più gravi.

La stretta riguarda anche il meccanismo di recupero dei punti della patente: secondo gli ultimi dati, il 98% degli italiani ha più di 20 punti sulla patente, “fra zero e nove punti ci sono solo 100.000 persone.  La proposta di Salvini allora è quella di rendere più severe le condizioni per il riottenimento dei punti, iniziando col ritorno al  recupero graduale di due punti ogni due anni.

Controlli molto più severi in materia di sosta e parcheggio.

È infatti allo studio del Mit una modifica degli articoli 7 e 158 del Codice della Strada che punta a regole più stringenti per il contrasto di parcheggi scellerati e soste selvagge in seconda fila (anche per i monopattini), e che prevede un inasprimento delle sanzioni per chi usa impropriamente i posti auto riservati ai disabili.

Circa Redazione

Riprova

Stop di Papa Francesco alle apparizioni dei santi: stretta sul soprannaturale

Negli ultimi tempi le religioni, ivi compresa quella cattolica, stanno attraversando un momento storico complicato. …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com