Una veduta di Palazzo Chigi dove è in corso un nuovo vertice di governo sul testo del decreto di Agosto, Roma 6 agosto 2020. MAURIZIO BRAMBATTI/ANSA

Cdm: approvata la nomina dei 31 sottosegretari e degli 8 viceministri

Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto unico sulle misure per il Covid-10, i rave e il carcere ostativo. Tra le misure decise dal governo con il decreto, c’è anche il rinvio al 30 dicembre dell’attuazione della riforma Cartabia.

Per quanto riguarda le misure per il Covid-19, il Consiglio dei ministri ha deciso di confermare l’obbligo di indossare le mascherine in tutte le strutture ospedaliere e nelle residenze per anziani (Rsa). Per tutelare le persone più fragili dovranno indossarle i medici, gli infermieri e i visitatori.

Tra le nuove misure c’è l’anticipo della fine dell’obbligo di vaccino per i sanitari: lo stop all’obbligo vaccinale anti Covid per medici e professioni sanitarie scatta il 1° novembre.

Il Consiglio dei ministri ha deciso che, per chi organizza rave party e occupa abusivamente edifici o terreni, è prevista una pena fino a 6 anni di carcere, anziché i 2 attuali. Sono previste anche multe da 1.000 a 10.000 euro e si procederà d’ufficio “se il fatto è commesso da più di 50 persone allo scopo di organizzare un raduno dal quale possa derivare un pericolo per l’ordine pubblico o la pubblica incolumità o la salute pubblica”.

In caso di condanna, inoltre, “è sempre ordinata la confisca delle cose che servirono o furono destinate a commettere il reato e di quelle utilizzate per realizzare le finalità dell’occupazione”.

Nel testo approvato ci sono norme urgenti in materia di Giustizia, tra cui il rinvio dell’entrata in vigore della riforma penale ed ergastolo ostativo. L’attuazione della riforma Cartabia slitta al 30 dicembre. Il rinvio è finalizzato a garantire con più tempo le migliori condizioni per la piena attuazione della riforma e nel rispetto scadenze Pnrr.

La data del 30 dicembre scelta per il rinvio dell’applicazione della riforma Cartabia sulla giustizia penale consente di rispettare gli impegni assunti con l’Unione europea. Il Pnrr prevede che la riforma debba essere applicata entro la fine dell’anno, scadenza a cui è legata l’erogazione dei fondi.

Il Consiglio dei ministri ha infine approvato la nomina dei sottosegretari e dei viceministri del nuovo governo guidato da Giorgia Meloni.

Ecco l’elenco degli otto sottosegretari a cui verrà attribuita la delega di viceministro nei prossimi giorni

ESTERI Edmondo Cirielli (Fdi)

GIUSTIZIA Francesco Paolo Sisto (Fi)

MEF Maurizio Leo (Fdi) MISE Valentino Valentini (Fi)

AMBIENTE Vannia Gava (Lega)

INFRASTRUTTURE E TRASPORTI Galeazzo Bignami (Fdi) Edoardo Rixi (Lega)

LAVORO E POLITICHE SOCIALI Maria Teresa Bellucci (Fdi)

Ecco i 31 sottosegretari

ESTERI Giorgio Silli Maria Tripodi

INTERNI Emanuele Prisco Wanda Ferro Nicola Molteni

GIUSTIZIA Andrea Delmastro Delle Vedove Andrea Ostellari

DIFESA Isabella Rauti Matteo Perego

ECONOMIA Lucia Albano Federico Freni Sandra Savino

MISE Fausta Bergamotto Massimo Bitonci

AMBIENTE Claudio Barbaro

AGRICOLTURA Patrizio La Pietra Luigi D’Eramo

INFRASTRUTTURE E TRASPORTI Tullio Ferrante

LAVORO Claudio Durigon

ISTRUZIONE Paola Frassinetti

UNIVERSITA’ E RICERCA Augusta Montaruli

CULTURA Gianmarco Mazzi Lucia Borgonzoni Vittorio Sgarbi

SALUTE Marcello Gemmato

RAPPORTI CON IL PARLAMENTO Giuseppina Castiello Matilde Siracusano

SOTTOSEGRETARI ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO Alessio Butti (Innovazione) Giovanbattista Fazzolari (Attuazione del programma) Alberto Barachini (Editoria) Alessandro Morelli (Cipe)

Circa Redazione

Riprova

Chiusa seduta fiume su ddl Nordio, respinti emendamenti

Si è chiusa la maratona notturna della commissione giustizia della Camera sul ddl Nordio. Respinti, …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com