Cda rinnovato per Agenzia del lavoro: tra le priorità l’occupazione femminile

Una governance rinnovata, all’insegna della continuità ma anche delle nuove sfide come l’occupazione femminile e la valorizzazione del contributo delle donne alla crescita dell’economia e società trentina. Sono gli orizzonti strategici in cui si muoverà il consiglio di amministrazione di Agenzia del Lavoro, la struttura della Provincia autonoma di Trento competente su politiche del lavoro, servizi e formazione nel settore, nella composizione indicata per la XVII legislatura dalla Giunta provinciale su proposta dell’assessore allo sviluppo economico, lavoro, università e ricerca.

Nelle due nomine di propria competenza (due esperti di politiche del lavoro), l’assessore ha confermato nel ruolo di presidente Riccardo Salomone, professore ordinario di diritto del lavoro a Giurisprudenza dell’università di Trento, mentre ha indicato come nuova componente del cda Gabriella Berloffa, docente ordinario del Dipartimento di economia e management di Unitn, esperta di economia e politiche del lavoro. Seguono i funzionari provinciali Luca Comper, dirigente generale del Dipartimento organizzazione, personale e innovazione, e Giuliana Cristoforetti, dirigente del Servizio lavoro.

Ci sono poi i sei componenti in rappresentanza delle parti sociali individuati dalla Commissione provinciale per l’impiego, ovvero Nicola Berardi (Associazione artigiani), Roberto Busato (Confindustria), Marco Fontanari (Confcommercio) per la parte datoriale e Andrea Grosselli (Cgil), Lorenzo Pomini (Cisl) e Walter Largher (Uil) per i sindacati.

Oltre a ringraziare il precedente cda con tutti i suoi componenti per l’importante lavoro svolto, nonché augurare buon lavoro al board di Agenzia del lavoro per i prossimi cinque anni, l’assessore allo sviluppo economico, lavoro, università e ricerca sottolinea come la scelta della nuova squadra permetta da un lato di valorizzare la continuità della governance, attraverso la conferma del professor Salomone, dall’altro di far entrare una voce nuova, proprio la professoressa Berloffa, quale contributrice fondamentale alla discussione dei temi cardini di legislatura. L’occupazione femminile, che si allaccia alla natalità e in generale al tema della produttività e sviluppo, è infatti tra i principali punti dell’azione di governo programmata per l’attuale legislatura. All’Agenzia del lavoro, insieme a tutto il Dipartimento sviluppo economico in cui incardinata e alle altre strutture della Provincia, è richiesto – così si conclude il messaggio dell’assessore – un apporto decisivo nella direzione di rafforzare le misure e gli interventi per rafforzare il contributo della donna alla creazione di ricchezza. Un fattore, quest’ultimo, di sicurezza e miglioramento economico a livello personale ed elemento di sviluppo per tutta la società.

Circa Redazione

Riprova

Truffa della Asl che svuota il conto: come funziona e come difendersi

L’Asl di Sassari, in Sardegna, ha lanciato l’appello per falsi sms e messaggi WhatsApp che …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com