Ascensore negato a disabile bolognese, J-Ax raccoglie appello

Con un video su Instagram, J-Ax interviene nel caso dell’anziano disabile bolognese che non può vedersi installato un ascensore condominiale a causa dell’opposizione di un vicino di casa. Si chiama Emo Gruppioni, ha 83 anni ed è affetto da una gravissima disabilità. È bloccato in casa da quasi 15 anni perché nel palazzo dove vive non ha l’ascensore e uno dei condomini pare abbia impugnato la delibera per farne mettere uno. Il rapper si offre di pagare le spese legali alla famiglia del signor Emo. “Pago io le spese legali per tentare di ridare una dignità alla vita di quest’uomo”.

La figlia Elisa Gruppioni è intervenuta sul Resto del Carlino per spiegare bene come mai, nonostante abbia in mano “la relazione dell’ingegnere e dell’architetto che firmeranno il progetto”, improvvisamente in un giorno d’estate il sogno di suo padre è stato distrutto. Il 30 luglio un condomino ha impugnato la delibera, denunciando tra le altre motivazioni statiche che danneggerebbero la stabilità dell’immobile. Ora, andando in mediazione ed eventualmente iniziando un contenzioso legale che non si sa quando potrà finire, la paura di Elisa è che non si riesca a rispettare i tempi del Superbonus e la possibilità di montare un ascensore possa sfumare, come anche quella di Emo di uscire di nuovo dalla propria casa.

Circa redazione

Riprova

Bologna, insegnante non vaccinata positiva al Covid: 300 studenti in Dad

Trecento alunni costretti alla didattica a distanza, quattro classi in quarantena e otto hanno sospeso l’attività didattica. Alla …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com