Arresto Massimo Ferrero, possibile coinvolgimento della Sampdoria

La Sampdoria sta cercando di estraniarsi il più possibile dal marasma che le sta capitando in seguito all’arresto e alle dimissioni dell’ormai ex Presidente Massimo in carcere da lunedì per bancarotta fraudolenta e altri reati societari, al quale sono finora stati negati i domiciliari e fanno tremare la società, che ora rischia un potenziale coinvolgimento nell’operazione.

Alcune intercettazioni coinvolgono la Sampdoria. Nello specifico si tratta di un’intercettazione risalente al 18 novembre del 2020. La conversazione è tra Gianluca Vidal, membro del cda dimissionario del club ligure e proprietario legale del club attraverso il trust Rosen e Andrea Diamanti, manager di fiducia del gruppo Ferrero. Vidal parla di due versamenti da 125mila euro l’uno che riguarderebbero due società di Ferrero con un termine di pagamento al 2 dicembre.

Questa la risposta di Vidal: “Adesso ho capito perché sta cercando di prendere soldi dalla Sampdoria“. Potrebbero essere guai seri se venisse confermata l’estrazione di denaro dalla società. Dalla Samp per ora filtra ottimismo.

La FIGC segue da vicino la vicenda, ed è ormai scontato che la giustizia sportiva prossimamente prenderà contatti con quella ordinaria per capire se siano state commesse delle infrazioni.

Arresto Massimo Ferrero, Gianluca Vidal parla della vendita della Sampdoria e si attende l’assemblea degli azionisti del 23 dicembre per nominare il nuovo Cda e presidente. Gianluca Vidal, che oggi come riportato è il proprietario legale del club, parla dalle pagine della Gazzetta dello Sport in merito al futuro della Sampdoria. Tra le domande più ricorrenti quella sui tempi di vendita: “Non esistono in tal senso tempi certi. Di norma, le modalità attraverso cui si svolge qualsivoglia negoziazione seguono un iter codificato. Innanzitutto, la manifestazione di interesse. Quindi, l’identificazione della controparte da parte del soggetto incaricato della trattativa. In questo caso, il sottoscritto. Poi, la verifica della provenienza dei fondi: cioè, che siano soldi puliti. Dopodiché si discute il valore che si attribuisce all’oggetto o all’azienda, determinato al lordo del debito Se il discorso può andare avanti, parte il processo di virtual due diligence”, con la messa a disposizione della documentazione. In questo caso, dell’U.C. Sampdoria. Da qui al cosiddetto closing passano in media quattro o cinque mesi, non certo trenta giorni. Oggi interessa mantenere la continuità aziendale della Samp. Posso solo confermare che c’è stata un’accelerazione sul versante della vendita del club con la ricezione di manifestazioni di interesse di più soggetti, che sto quotando. Siamo alle verifiche preliminari. C’è Vialli fra questi? No. Né lui, né Zanetton, né Dinan, né Knaster. Una premessa: in questo momento l’ambiente deve essere il più compatto possibile. Del resto discuteremo più avanti. Ad oggi questo tema non è stato affrontato. I nomi usciti mi sembrano più che altro suggerimenti giornalistici. Non abbiamo nessuna agenda con nessun nome”.

Come tutti sanno, nel corso dell’interrogatorio Massimo Ferrero si è avvalso della facoltà di non rispondere alle domande degli inquirenti.

Circa Redazione

Riprova

La birra analcolica Corona Cero arriva in Italia

Arriva in Italia Corona Cero, la nuova proposta analcolica di Ab InBev – società leader mondiale …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com