Successo per la Prima Edizione del Festival del ciboNO.Strano di Santa Maria, Montalbano Elicona

 

Tre giorni intensi di musica dal vivo, stand enogastronomici, tradizioni popolari e un convegno informativo per raccontare la bellezza del territorio. Tutto realizzato dalla Pro Loco di Santa Maria APS di Montalbano Elicona (ME) con il patrocinio dall’Assessorato Regionale dipartimento Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Sicilia in collaborazione con il Comune di Montalbano Elicona e il supporto del Comune di San Piero Patti, la Coldiretti sede provinciale di Messina, Simenza – Cumpagnia Siciliana Sementi Contadine e Gal Nebrodi Plus. A sostenere la Pro Loco di Santa Maria APS, in qualità di partener attivi delle tante iniziative, anche la PMM SRL di Librizzi (ME) e il Consorzio Stabile Cassiopea di Patti (ME).

 

Il direttivo della Pro Loco Santa Maria APS conclude così la manifestazione: “Stiamo già lavorando alla nuova edizione, nonostante questa sia appena finita. Siamo soddisfatti della risposta del pubblico e del nostro lavoro ma abbiamo già tantissime idee nuove da sviluppare. Il nostro scopo, come pro loco, è di tutelare e raccontare il luogo, la nostra cultura, perché solo così possiamo parlare di turismo ecosostenibile e di turismo di ritorno. Ringraziamo le Amministrazioni, le attività e tutte le persone coinvolte. Le abbiamo ringraziate singolarmente ma vogliamo continuare a farlo perché hanno creduto nel progetto e ci hanno supportato. Siamo convinti che insieme riusciremo a portare avanti tantissime iniziative a beneficio collettivo”.

Presenti anche il Prof. dell’Università degli Studi di Messina Filippo Grasso consulente nazionale UNPLI Pro Loco Italia e Antonio Tavilla, Vice Presidente Pro Loco Casali Peloritani Messina, chiaro esempio di collaborazione e supporto e di lavoro sul territorio. A breve infatti inizierà un corso di formazione per guide turistiche ambientali ed escursionistiche con conseguente iscrizione all’albo regionale. Per tutte le info: proloco.casalipeloritani@gmail.com. Ma torniamo ai tre giorni della manifestazione “STRA.GUSTO – festival del cibo NO.Strano”, chiusa da Valerio Scanu in concerto: l’artista si è esibito sulle cover dei brani più famosi e con alcuni dei suoi successi, emozionando il folto pubblico.

Ma andiamo per ordine.

 

IL CONVEGNO

Iniziato lunedì 11 settembre nel pomeriggio nella piazza della Chiesa di Santa Maria, ad apertura dell’intera manifestazione. Sono stati coinvolti esponenti delle Amministrazioni locali e regionali insieme a personalità di settore.

Ecco alcune delle dichiarazioni dei relatori.

Assessore Regionale Turismo Sport e Spettacolo Elvira Amata: “Stiamo andando nella direzione giusta, quella di fare squadra, di fare sistema. Il territorio è importante, bisogna raccontare le stratificazioni culturali della nostra terra, la cultura del buon cibo, e per farlo è necessario essere uniti. Eventi così importanti diventano attrattori turistici, perché oggi il turista sceglie la destinazione in base a fattori differenti, ovvero la qualità della terra, la storia di un popolo, i percorsi che raccontano la tradizione, che emozionano, che siano, appunto, un’esperienza”.

 

Sindaco di Montalbano Elicona Antonino Todaro: “Ho fatto i complimenti alla Pro Loco perché ritengo che queste piccole manifestazioni debbano partire dal basso, dai luoghi interni, e Santa Maria ha dato esempio ponendo l’attenzione di tutta la comunità e dei sindaci di altre Amministrazioni su una problematica attuale e nazionale, quella del cibo sintetico. Dobbiamo tenere conto del binomio cibo salute. Mi onoro di essere sindaco di questa comunità”.

Sindaco di San Piero Patti Cinza Marchello: “Come nuove Amministrazioni stiamo lavorando per tutelare ed esportare la cultura. Fare rete è importantissimo e fondamentale lavorare insieme per costruire un futuro promettente che non escluda le nuove generazioni”.

Condirettore della Coldiretti Federazione provinciale Messina Carmelo Tarantino: “Stiamo facendo una battaglia nazionale contro tutti i cibi sintetici. Quando parliamo di cibi sintetici facciamo riferimento al latte senza mucche, alla carne senza vitelli, al miele senza api, ai pesci senza fiumi né laghi e né mari. La carne sintetica, ad esempio, viene fatta da strisce di fibre muscolari attraverso la fusione di cellule staminali utilizzando siero fetale bovino. Diciamo no anche al nutri-score, il sistema di etichettatura a semaforo dove bollina con il rosso prodotti che sono per noi essenziali come l’olio di oliva e con il verde i prodotti gassati. Diciamo no alla farina di grilli. Su questa farina si dice che possegga un alto tenore proteico pari al 65% però non si dice che circa 80% di queste proteine è costituito da chitina che contiene un alto potere allergizzante, soprattutto per chi è allergico a crostacei o acari della polvere”.

Componente del direttivo di Simenza – Cumpagnia Siciliana Sementi Contadine Davide Foti: “La nostra Associazione coinvolge produttori agricoli, agricoltori, allevatori, ricercatori e professionisti del settore. Il nostro obiettivo consiste nella promozione e nella valorizzazione di tutto quello che la Sicilia racchiude in termini di biodiversità e agrobiodiversità, producendo e trasformando i prodotti di varietà locale. Abbiamo diversi progetti futuri tra cui la realizzazione di un marchio per dare valore ai nostri prodotti. Bisogna specificare che nei grani antichi sono riconosciute proprietà benefiche per la salute, inoltre la lavorazione comporterebbe diversi vantaggi non solo sulla salute ma anche sul territorio”.

 

Presidente del Gal Nebrodi Plus Francesco Calanna: “I nostri alimenti hanno una qualità eccellente e un riflesso importate sulla nostra salute. Abbiamo necessità di mettere queste manifestazioni in rete, così possiamo parlare di luoghi di attrazione nella chiave del turismo esperienziale, il turismo enogastronomico è un segmento importante e strategico. Prossimamente pubblicheremo un bando per finanziare con un milione di euro i comuni e le associazioni che si metteranno in rete per disegnare percorsi turistici, si tratta di una strategia nell’ottica della mobilità sostenibile”.

 

 

 

LA FESTA PATRONALE DEL 12 SETTEMBRE

La manifestazione è stata organizzata in occasione della Festa Patronale SS Maria in Collis, esempio emblematico di quanto, ancora oggi, le tradizioni siano capaci di coinvolge tutte le generazioni. Il calendario religioso è stato curato da padre Antonio Calabrò, parroco di Santa Maria e di Montalbano Elicona, in collaborazione con la Pro Loco Santa Maria APS. Gli stand enogastronomici hanno aperto dopo l’uscita del Simulacro. A riempire la strada principale di musica ci ha pensato la banda musicale “C. Spano”. I festeggiamenti religiosi sono terminati con lo spettacolo pirotecnico a cura di The Fireworks.

 

 

MUSICA DAL VIVO

Non è mancata la musica popolare con la sua lunga tradizione che affonda le radici nella cultura pastorale, nella ciclicità della natura e delle coltivazioni. La strada di Santa Maria, infatti, si è riempita di musica popolare attraverso l’uso degli strumenti tipici del genere.

Il primo appuntamento della manifestazione, lunedì 11 settembre, è terminato con la musica serale dei “Sudcantica”. La seconda sera, dopo il saggio di danza di Valeria Ferro, sul palco i “Samarkanda Band” coinvolgendo il pubblico nei balli di coppia.

La manifestazione si è chiusa mercoledì 13 settembre con Valerio Scanu, uno degli artisti del talent “Amici di Maria De Filippi” che nel 2010 ha vinto Sanremo con il singolo “Per tutte le volte che”. L’artista è riuscito ad emozionare il pubblico proponendo alcuni dei suoi successi e ripercorrendo ai brani più famosi della cultura pop nazionale e internazionale.

 

LE AZIENDE COINVOLTE

Soddisfatte le aziende coinvolte dalla Pro Loco Santa Maria APS. Presenti sul territorio nei tre giorni della manifestazione con i loro stand di prodotti tipici: prelibatezze a chilometro zero per tutti i gusti di pubblico. Carne di capra e coppo di patate entrambi al forno realizzate dalla Trattoria “Brasarella” di Montalbano Elicona; coppo fritto con polpetta di daino alla nocciola e piccoli arancini ai sapori di campagna preparate dall’Agriturismo “Il Daino” di San Piero Patti; arancino alla norma e arancino al ragù, cannolo siciliano alla ricotta e al pistacchio proposti dal panificio “Antichi Sapori” di San Piero Patti; stik di patata e panino Gourmet ai sapori dei Nebrodi, che contiene salsiccia di suino nero dei Nebrodi e Tuma fusa, realizzati da “Azienda Agricola Lombardo Carmelo” di Montalbano Elicona”; “creme e sfizi al pistacchio e alla nocciola proposte da “Dolce Florio” di Librizzi. Le attività si sono raccontate alla giornalista di Radio Milazzo, emittente che ha curato la comunicazione, mettendo in luce le tradizioni, i luoghi di lavorazione e la tipologia del prodotto.

Circa Redazione

Riprova

La birra analcolica Corona Cero arriva in Italia

Arriva in Italia Corona Cero, la nuova proposta analcolica di Ab InBev – società leader mondiale …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com