Sofagate, la Turchia replica: ‘Ue era d’accordo sul protocollo’

La visita dei leader Ue in Turchia ha lasciato dietro di sé uno strascico di polemiche. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha lasciato, infatti, Ursula von der Leyen senza poltrona facendola poi accomodare su un divano. Invece Erdogan e Charles Michel hanno preso posto sulle sedie d’onore con le bandiere alle spalle. Il video è diventato subito virale facendo scoppiare il caso.

“Il presidente turco Erdogan è semplicemente ridicolo. La sua decisione di negare una sedia alla presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, è di una gravità inaudita”. Lo afferma la senatrice di Forza Italia e componente della commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio, nonché su ogni forma di violenza di genere, Urania Papatheu.

“Una mossa, quella di Erdogan -continua la parlamentare azzurra- che fa il paio con la decisione delle autorità di Ankara di ritirare la propria adesione alla ormai decennale Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica. Quello nei riguardi della von der Leyen rappresenta un vero e proprio oltraggio verso i valori alla base dell’Unione europea”.

«I Conservatori europei sono indignati dal trattamento riservato da Erdogan al presidente della Commissione Ue Ursula Von der Leyen», dice Giorgia Meloni. La presidente di Fratelli d’Italia e dei Conservatori europei (Ecr Party) parla di «un affronto senza precedenti che tutti i governi degli Stati membri devono condannare con forza. Il protocollo è sostanza e spiace che a Bruxelles non ce ne se renda conto». E poi ancora: «Ci lascia senza parole il comportamento del presidente del Consiglio europeo Charles Michel, che non ha fatto nulla per impedire questo oltraggio e si è piegato al diktat islamista di Ankara. L’Europa pretende rispetto».

Sul caso è intervenuto anche il portavoce della Commissione, Eric Mamer. «La presidente era chiaramente sorpresa, come si vede nel video», ma «ha preferito dare la priorità alla sostanza piuttosto che alle questioni di protocollo o di forma, e questo è certamente ciò che i cittadini dell’Ue si aspettavano da lei».

Mamer, durante un briefing con la stampa ha puntualizzato: «Ci metteremo in contatto con tutte le parti coinvolte per garantire che non succeda nuovamente in futuro» un episodio simile. Secondo il portavoce, la von der Leyen doveva sedersi “esattamente allo stesso modo” del presidente del Consiglio europeo e del presidente turco.

Il rango diplomatico della von der Leyen è “esattamente lo stesso” di quello del presidente Michel, ha sostenuto Mamer. Precisando che il servizio per il protocollo della Commissione non ha partecipato al viaggio a causa delle restrizioni sanitarie.

Sulle polemiche è intervenuto  anche il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu, presente alla visita dei leader Ue insieme al capo dello stato Recep Tayyip Erdogan. “Ci sono accuse ingiuste nei confronti della Turchia. Non è la prima volta che accogliamo un ospite straniero. Durante l’incontro è stato rispettato il protocollo. Le unità” responsabili del protocollo di Turchia e Ue “si sono incontrate prima della visita e le loro richieste sono state soddisfatte”, ha detto il capo della diplomazia di Ankara in una conferenza stampa con il suo omologo del Kuwait, Ahmad Nasser Al Mohammad Al Sabah.

“All’incontro con il presidente turco Erdogan la presidente della Commissione europea ha parlato della convezione di Istanbul e dei diritti delle donne”. Così il portavoce dell’Esecutivo comunitario, Eric Mamer, alle domande dei giornalisti sul cosiddetto ‘sofagate’ in Turchia.

Circa Redazione

Riprova

Incomprensibile equidistanza di Conte sul video di Grillo

Beppe Grillo, come noto, nel suo video si esprime in modo non giustificabile  contro magistrati …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com