Sicilia. Enti locali, Csa-Cisal: “Lavoratori meritano risposte e i Comuni non possono essere lasciati soli, la Regione faccia la sua parte”

“I comuni siciliani sono in grave difficoltà e non riescono, da soli, a risolvere l’atavico problema dei lavoratori precari o part-time: è necessario che la Regione intervenga per effettuare le stabilizzazioni e portare a tempo pieno migliaia di dipendenti senza i quali molti enti locali non potrebbero più erogare servizi”. Lo dicono Giuseppe Badagliacca, Gianluca Cannella, Giuseppe Cardenia e Fernando Stazzone del Csa-Cisal, a seguito dell’audizione odierna alla Prima commissione dell’Assemblea regionale siciliana.
“Abbiamo trovato nei componenti della commissione interlocutori attenti al problema e disponibili a trovare insieme soluzioni efficaci – continuano i sindacalisti  – sia per gli oltre 4 mila Asu ed Lsu da stabilizzare che per gli oltre 12 mila lavoratori che da 25 anni sono part-time, così come per i 1500 dipendenti a tempo determinato e parte time dei comuni in dissesto. Servono retribuzioni adeguate al sostentamento delle famiglie e i Comuni non possono essere lasciati soli perché già alle prese con cronici problemi di bilancio: il Csa-Cisal è pronto a continuare il confronto in modo costruttivo”.

Circa Redazione

Riprova

Rosatellum, Italia nel mirino della Cedu

“Il ricorso presentato alla Corte europea dei diritti dell’uomo (Cedu) sulla legge elettorale italiana non …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com