Sabato 2 ottobre al Parco Archeo Natura di Fiavé ‘Porta un nonno al villaggio!’

Nonne, nonni e nipoti saranno coinvolti in un affascinante racconto che li porterà indietro nel tempo quando sull’antico lago Carera, l’odierna torbiera, sorgevano le palafitte preistoriche e potranno scoprire abitudini, attività e curiosità degli abitanti del villaggio sul lago che scompare.

Percorrendo la passerella sospesa sull’acqua attraverseranno la selva di pali, tra animali domestici e selvatici, per giungere alle capanne ricostruite a grandezza naturale dove saranno invitati a cercare alcuni oggetti realizzati e utilizzati dai protagonisti del racconto.

Molte le sorprese, a partire dal labirinto circolare che riprende la decorazione di un vaso dell’età del Bronzo rinvenuto durante gli scavi nella torbiera alle tappe che rievocano la vita dell’antico villaggio e illustrano le occupazioni quotidiane ai tempi delle palafitte.

Per accedere al Parco è necessario esibire la Certificazione Verde Covid-19 (Green Pass) o presentare il referto negativo di un tampone rapido effettuato nelle 48 ore precedenti. Le disposizioni non si applicano ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica e ai minori di 12 anni.

Informazioni

Provincia autonoma di Trento

Soprintendenza per i beni culturali

Ufficio beni archeologici

Via Mantova, 67 – 38122 Trento

tel. 0461 492161

e-mail: uff.beniarcheologici@provincia.tn.it

www.cultura.trentino.it/Temi/Archeologia

“Porta un nonno al villaggio!” è l’iniziativa proposta al Parco Archeo Natura di Fiavé sabato 2 ottobre in occasione della Festa dei Nonni. Un invito rivolto ai più piccoli dalle educatrici museali dell’Ufficio beni archeologici della Soprintendenza per i beni culturali per festeggiare nonne e nonni in modo speciale e condividere in maniera giocosa l’esperienza di esplorare insieme il villaggio palafitticolo dell’età del Bronzo. L’attività si svolge alle ore 14 e alle ore 16. La partecipazione è gratuita previa prenotazione al numero 335 1578640 entro le ore 12 di sabato 2 ottobre (ingresso al Parco a pagamento, gratuito fino ai 14 anni).

 

Nonne, nonni e nipoti saranno coinvolti in un affascinante racconto che li porterà indietro nel tempo quando sull’antico lago Carera, l’odierna torbiera, sorgevano le palafitte preistoriche e potranno scoprire abitudini, attività e curiosità degli abitanti del villaggio sul lago che scompare.

Percorrendo la passerella sospesa sull’acqua attraverseranno la selva di pali, tra animali domestici e selvatici, per giungere alle capanne ricostruite a grandezza naturale dove saranno invitati a cercare alcuni oggetti realizzati e utilizzati dai protagonisti del racconto.

Molte le sorprese, a partire dal labirinto circolare che riprende la decorazione di un vaso dell’età del Bronzo rinvenuto durante gli scavi nella torbiera alle tappe che rievocano la vita dell’antico villaggio e illustrano le occupazioni quotidiane ai tempi delle palafitte.

Per accedere al Parco è necessario esibire la Certificazione Verde Covid-19 (Green Pass) o presentare il referto negativo di un tampone rapido effettuato nelle 48 ore precedenti. Le disposizioni non si applicano ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica e ai minori di 12 anni.

 

Informazioni

Provincia autonoma di Trento

Soprintendenza per i beni culturali

Ufficio beni archeologici

Via Mantova, 67 – 38122 Trento

tel. 0461 492161

e-mail: uff.beniarcheologici@provincia.tn.it

www.cultura.trentino.it/Temi/Archeologia

Circa Redazione

Riprova

La birra analcolica Corona Cero arriva in Italia

Arriva in Italia Corona Cero, la nuova proposta analcolica di Ab InBev – società leader mondiale …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com