Quanto è ricca la Chiesa Cattolica Romana?

Semplicemente, quanto è davvero ricca la Chiesa Cattolica Romana, i suoi diversi ordini e gli enti da essa controllati? Potrebbe, ad un primo livello di analisi, non sembrare pertinente rispetto alle questioni che stiamo analizzando, ma in realtà, una risposta a questa domanda è in grado di farci comprendere le ragioni fondamentali di ciò che è accaduto, di ciò che sta accadendo, e di ciò che accadrà nel futuro prossimo.
Ad esempio, noi conosciamo per sommi capi quale sia l’effettiva ricchezza delle principali 1000 compagnie di tutto il mondo, conosciamo inoltre la ricchezza di buona parte dei 191 stati nazione che sono membri delle Nazioni Unite, quindi, cosa dire a proposito della Chiesa Cattolica?

Se prestate attenzione ad una qualunque delle liste pubblicate negli ultimi 50 anni a proposito dei principali 100 o 500 maggiori enti economici del mondo (per ‘enti’ si intende ogni genere di ‘corporation’, ovvero compagnie, stati, religioni istituzionalizzate eccetera), vi renderete conto che la Chiesa Cattolica non figuri in neppure una di quelle liste.

Ad essere precisi, negli ultimi anni il Vaticano ha pubblicato una serie di resoconti contabili caratterizzati da una certa attendibilità. Tali resoconti finanziari decisamente infrequenti hanno rivelato alcuni valori patrimoniali legati a specifici beni immobiliari posseduti a Roma, così come entrate di cassa e relative spese associate al versamento di denaro pubblico. Tuttavia tali resoconti finanziari non includono nessuno degli organi e degli enti dal Vaticano stesso controllati.

Ad esempio, l’Arci-Diocesi di Boston, così come quella di New York, pubblicano ambedue resoconti finanziari con cadenza annuale. Anche semplicemente dando uno sguardo al contenuto di quei bilanci, già  queste due singole sedi (diocesi) della Chiesa Cattolica detengono beni e dichiarano entrate per un valore di diversi miliardi di dollari.

Per spiegare tale comportamento, il Vaticano e i Rappresentanti della Chiesa Cattolica fanno ricorso a due giustificazioni essenziali: la prima è quella in base alla quale la Chiesa Cattolica consideri gli enti da essa controllati come enti ‘indipendenti’ quando si tratta di dichiarazioni finanziarie, un’aperta contraddizione tanto con il diritto quanto con la giurisprudenza della Chiesa, la quale stabilisce che tutti gli organi e gli enti controllati siano tenuti ad obbedire e a fare riferimento al potere centrale della Santa Sede a Roma.

La seconda giustificazione, quando tutto il resto fallisce, è quella in base alla quale si dichiara che il Vaticano sia dal punto vista politico uno stato sovrano indipendente che può quindi scegliere di accettare o di rigettare appelli ad una effettiva trasparenza a livello globale dei propri conti finanziari. Ad oggi, tale pretesa ‘unica vera Chiesa’ ha sempre e comunque rifiutato di cooperare con qualsivoglia modalità contabile applicata a livello globale e in grado di determinare la sua effettiva ricchezza.

Indipendentemente dal continuo rifiuto da parte della Chiesa Cattolica di dichiarare la propria ricchezza nel suo complesso, rendendola nota ai propri fedeli e al resto del mondo, l’evidente anomalia di un ente che ha a disposizione migliaia di miliardi di dollari e che risulta in grado di tenersi fuori da qualsivoglia lista pubblicata relativa agli enti più ricchi del mondo resta in ogni caso un mistero.

Le Indiscutibili Prove Storiche

Prima che facessero la propria apparizione notiziari e media ‘mainstream’ basati sull’intrattenimento, nel caso aveste chiesto a qualunque persona istruita, 100 anni fa, quale fosse l’ente singolarmente inteso che potesse vantare le maggiori ricchezze e disponibilità economiche, quest’ultima vi avrebbe risposto, senza alcun dubbio, la Chiesa Cattolica Romana.

La chiara, indubitabile e incontestabile verità, in riferimento alla Chiesa Cattolica Romana, è che per 1000 anni essa ha rappresentato l’organizzazione dominante sul pianeta, nel corso dei quali ha virtualmente posseduto direttamente o indirettamente l’intera o la maggior parte della ricchezza dell’Europa.

Nel corso degli ultimi 400 anni,  fino allo scorso secolo, era ben noto che la Chiesa Cattolica Romana possedesse e controllasse tra l’altro la vasta ricchezza, per non dire i popoli stessi, delle Americhe, oltre a una larga parte di quelle dell’Asia Meridionale e dell’Africa.

Di nuovo, vogliamo essere assolutamente chiari su questo punto. La Chiesa Cattolica, negli ultimi 1000 anni, è stata senza ombra di dubbio l’ente economico più imponente della storia umana. Nessun’altra nazione, ‘corporation’ o gruppo di famiglie gli si è neppure avvicinato lontanamente. Per secoli, la Chiesa e i Papi hanno avuto accesso diretto al saccheggio dei paesi Islamici, degli antichi Celti e  Sassoni, degli antichi Greci, dell’antico Egitto, delle enormi fortune in oro delle Americhe, oltre che delle miniere e delle civiltà dell’Africa.

In qualità di ente economico più imponente della storia per oltre 1000 anni, la Chiesa Cattolica Romana ha dominato ogni singola classe di beni, non soltanto oro e minerali. Le proprietà immobiliari ad essa facenti capo erano superiori a quelle di qualunque altro ente economico d’Europa, anche senza considerare le terre progressivamente conquistate. Le sue proprietà in termini di tesori artistici e preziose opere d’arte erano e restano non eguagliabili.

La Chiesa Cattolica Romana è stata virtualmente all’origine di ogni maggiore impresa storica portata avanti nell’ambito degli stati sotto la sua influenza. Ha posseduto partecipazioni in tutte le nuove ‘corporation’, a partire dalle grandi compagnie commerciali internazionali, passando per le banche e quindi per le maggiori industrie, partecipazioni che restano ad oggi senza eguali.

E’ stata così ricca la Chiesa Cattolica Romana per oltre 1000 anni che anche se avesse assunto tutti gli abitanti del pianeta nel 1800 come dipendenti e li avesse retribuiti con monete d’oro, avrebbe avuto riserve d’oro a sufficienza tali da mantenere tutti remunerati e impiegati per secoli.

Questo dominio assoluto della Chiesa Cattolica Romana in qualità di più grande ente economico sul pianeta Terra per oltre 1000 anni, non può semplicemente essere messo da parte e trascurato. Prima delle odierne revisioni storiche, era riconosciuto come fatto indiscutibile che la Chiesa Cattolica fosse il più grande ente economico presente sul pianeta, non vi era alcun dubbio.

Come è avvenuto quindi che un ente tanto dominante all’improvviso abbia visto il proprio ruolo in termini di ricchezza patrimoniale decadere fino a trasformarsi in una ‘corporation’ da pochi miliardi di dollari che neppure viene riportata tra i più ricchi 1000 enti del mondo ai nostri giorni?

Nessuno potrà attribuirvi colpe se sceglierete di fuggire via e di non far nulla con le informazioni che avete letto su questo sito. Chi può accusarvi del fatto che pensiate al vostro lavoro, ai vostri amici e alla vostra casa? Alla fine la scelta è soltanto vostra.

Continua….

Argo Fedrigo

Circa admin

Riprova

PalaFiere, i risultati ci sono. Su Riva del Garda investimenti per 90 milioni di euro

Non è vero che è tutto fermo a Riva del Garda per quanto riguarda gli …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com