PAT – Pescatori in riunione tra bilancio e numeri in calo

Il bilancio dei pescatori trentini è ok, ma gli iscritti sono in continuo calo. Negli ultimi anni i soci sono scesi a poco più di 5 mila unità e nell’assemblea annuale svoltasi  a Mattarello il presidente Fabio Arnoldi ha evidenziato come sia necessario invertire il trend per non rischiare problemi di gestione. L’assessore all’artigianato, commercio, turismo, foreste, caccia e pesca ha spiegato che per aumentare i numeri possono essere utili due soluzioni: la prima è un sistema di comunicazione innovativa per infondere ai più giovani la passione per la pesca e quanto sia importante attraverso essa mantenere e controllare la salute dei nostri corsi d’acqua; la seconda è entrare nelle scuole parlando non di pesca ma di ambiente, di animali, e dell’unicità del nostro ambiente.

Il bilancio 2023 della Federazione Pescatori Trentini chiude con un utile di 4540 euro, somma che sarà reinvestita nell’anno in corso. Molte le necessità evidenziate dal presidente Arnoldi tra cui la ridefinizione della carta ittica trentina, le risorse per le opere di rinaturalizzazione per la trota marmorata e la ridefinizione del piano per il contenimento della popolazione dei cormorani. Tra le urgenze è emersa anche l’esigenza trovare una nuova sede e lo sblocco delle immissioni in acqua di specie aliene che perdura tuttora. Istanze cui l’assessore ha assicurato l’impegno per trovare la migliore soluzione. La riunione si è chiusa con la consegna della targa a Fabrizio Baldessari per il contributo apportato negli anni alla Federazione.

Circa Redazione

Riprova

PAT – L’assessore alla salute in visita all’APSP Residenza Valle dei Laghi di Cavedine

Una struttura moderna, incentrata su modelli organizzativi flessibili, sull’efficientamento delle risorse – ottenuto anche attraverso …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com