Palermo. Programmatori Asp Palermo, Csa-Cisal: “Commissario attui direttive regionali e revochi il concorso”

“L’Asp di Palermo deve fermare il concorso per programmatori e stabilizzare quelli già assunti con contratto a tempo determinato a seguito di regolare procedura: non è accettabile che solo l’Asp di Palermo ignori le norme approvate dal Parlamento nazionale e le inequivocabili direttive arrivate dalla Regione che dicono di fermare i concorsi e stabilizzare i precari. Le Asp di Catania e Messina si sono già adeguate, solo l’Asp di Palermo sembra vivere su un altro pianeta”. Lo dice Giuseppe Badagliacca del
Csa-Cisal. “I contratti dei programmatori sono stati rinnovati solo fino ad agosto – continua Badagliacca – mentre quelli degli altri precari sino a dicembre: un’inaccettabile disparità motivata con lo
svolgimento di un concorso che va invece fermato, evitando un possibile danno erariale”.

Circa Redazione

Riprova

Franco Denari è il nuovo Managing Partner di Gen USA

 Gen USA è l’unica società italoamericana che dal 2009 supporta le aziende italiane che vogliono operare …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com