Giorgio Napolitano in una immagine del 13 luglio 2016. ANSA/GIUSEPPE LAMI

Napolitano vince la causa con Sallusti. Devolto risarcimento

“Il Presidente emerito Giorgio Napolitano, dopo la sentenza del Tribunale civile di Roma che ha condannato Alessandro Sallusti alla pena pecuniaria di 30.000 euro a titolo di risarcimento per diffamazione nei suoi confronti, ha deciso di devolvere la somma al MEIS-Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara quale luogo di memoria della storica presenza ebraica in Italia, di testimonianza delle persecuzioni razziali e della Shoah e di promozione del dialogo e della civile convivenza tra culture, religioni e tradizioni diverse”. Lo riferisce il portavoce del presidente emerito e senatore Giorgio Napolitano.

La notizia della sentenza di condanna nei confronti del direttore de “Il Giornale” era stata diffusa dallo stesso entourage di Napolitano martedì: “Il Tribunale – riferiva la nota – ha affermato che nei titoli e negli articoli riportati Sallusti si riferisce reiteratamente al senatore Napolitano utilizzando oltre ad espressioni ed accostamenti suggestivi, allusivi ed insinuanti, termini quali trame, golpe, complotto, alto tradimento che travalicando il limite della continenza e correttezza espressiva si traducono in un attacco alla persona e alla dignità dell’ex Capo dello Stato che integra gli estremi della diffamazione e, segnatamente, dato il mezzo usato, della diffamazione a mezzo stampa”.

Circa Redazione

Riprova

Ilaria Salis diserta il suo primo impegno politico con Avs al suo rientro

Ilaria Salis: “Torna dall’Ungheria, va a Monza, è stanca e non riesce a fare nemmeno …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com