Milan, Inter, Napoli: il duello infinito

Milan 56, Inter e Napoli 54, ma con i nerazzurri che devono ancora recuperare una gara. Quando mancano 12 giornate alla fine del campionato, sono tre le squadre che si stanno giocando lo Scudetto 2021/2022. Un duello appassionante, come poche volte abbiamo visto a questo punto della stagione, almeno nell’ultimo decennio, e dall’esito tutt’altro che definito.

Tre squadre in due soli punti, al massimo tre qualora l’Inter dovesse vincere il recupero contro il Bologna. Dopo un dominio targato Juventus, interrotto solo l’anno scorso proprio dai meneghini (che a fine febbraio sembravano già irraggiungibili), la Serie A stenta a trovare il suo padrone. Come andrà a finire?

La fotografia della testa della classifica

Milan primo, come detto, con 56 punti: 17 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte, con 52 gol fatti e 28 subiti. I rossoneri hanno vinto due delle ultime cinque partite di campionato (il derby e l’1-0 interno con la Sampdoria), pareggiando con Salernitana e Juventus e perdendo con lo Spezia.

A seguire troviamo l’Inter, che di punti ne ha 54 (ma in 25 partite), frutto di 16 vittorie, 6 pareggi e 3 ko, con 55 reti messe a segno e 22 subite. I nerazzurri però non trovano i 3 punti dal 2-1 interno col Venezia dello scorso 22 gennaio: da lì in poi sono arrivate la sconfitta contro il Milan, il pareggio contro il Napoli e lo stop di domenica scorsa in casa contro il Sassuolo.

Infine il Napoli, a pari punti con l’Inter, con cui condivide stesso numero di vittorie e di pareggi e una sconfitta in più. I partenopei hanno la miglior difesa del campionato con solo 18 reti subite, mentre hanno trovato la via del gol in 47 occasioni. Delle tre di testa, gli azzurri hanno il miglior ruolino recente, fatto di 3 vittorie e due pareggi.

by Pixabay

Inter, è crisi?

Nonostante abbia perso (almeno momentaneamente) la testa della classifica, l’Inter rimane la favorita per la vittoria dello Scudetto, anche secondo i bookmaker. Per esempio, secondo GoldBet rossoneri e azzurri hanno ben poche chance di strappare il titolo ai rivali. A tal proposito, per una scommessa di questo tipo che richiede un approccio più graduale esistono vari tipi di promozioni di benvenuto come il caso del Goldbet bonus, pensato per utenti che si pongono obiettivi settimanali.

Il passo falso interno contro il Sassuolo è costato carissimo alla squadra allenata dai Simone Inzaghi, che non ha approfittato del pareggio esterno del Milan e si è fatta raggiungere dal Napoli. I tanti impegni ravvicinati hanno finito per spremere i titolari, e i pochi ricambi di qualità, soprattutto nella zona nevralgica del campo, hanno finito per abbassare il ritmo e l’intensità di gioco, due tratti caratteristici dei nerazzurri.

Nulla è compromesso, ovviamente, e un periodo di calo succede a tutte le squadre prima o poi: se l’Inter riuscirà a non perdere troppo contatto dalla vetta in questo momento di difficoltà, allora potrà confermare quel titolo vinto l’anno scorso, dopo un digiuno durato oltre un decennio.

Inter, il calendario aiuta

Delle tre contendenti al titolo, l’Inter è quella con il calendario forse meno insidioso. Al netto del ritorno degli ottavi di Champions League dell’8 marzo contro il Liverpool, i nerazzurri in campionato dovranno affrontare Genoa, Torino, Juventus, Spezia, Udinese e Cagliari in trasferta, mentre in casa se la vedranno con Salernitana, Fiorentina, Verona, Roma, Empoli e Sampdoria, oltre alla gara di Bologna da recuperare in data da definire.

by Pixabay

Milan, gli alti e bassi alla lunga non pagano

Per quanto riguarda il Milan, da due anni a questa parte, ormai, quando i rossoneri sono chiamati a fare il definitivo salto di qualità s’inceppano. Successe l’anno scorso, quando persero 2-0 alla Spezia agevolando il sorpasso dell’Inter di Antonio Conte, ed è successo diverse volte anche quest’anno: ben 10 i punti persi per strada contro le cosiddette “piccole”, il doppio rispetto all’Inter.

Il 2-2 di Salerno è l’ennesima riprova che l’esperienza è un valore aggiunto, quando si lotta per certi traguardi: le assenze di Ibrahimovic e Kjaer si sono fatte sentire, per un Milan che ha pensato troppo presto di avere la vittoria in tasca, e si è scontrato con la maggior voglia di vincere dell’ultima in classifica, che si sarebbe meritata l’intera posta in palio.

Mai come quest’anno i rossoneri possono puntare allo Scudetto, titolo che manca dalla stagione 2010/2011, ma per farcela non dovranno più commettere passi falsi nelle partite più abbordabili. Anche perché, non dimentichiamolo, tecnicamente non è tutto in mano del Diavolo: se l’Inter dovesse vincere il recupero contro il Bologna, tornerebbe in testa con 1 punto di vantaggio.

Calendario Milan

Il Milan deve fare molta attenzione al calendario, perché di gare insidiose ne ha parecchie. In primis la trasferta di Napoli, ma anche quella di Roma sul campo della Lazio e, all’ultima giornata, in casa del Sassuolo ammazza-grandi. Da non sottovalutare anche gli impegni esterni contro Verona e Torino, mentre in casa i rossoneri devono ancora ospitare, tra le altre, l’Atalanta e la Fiorentina.

Napoli

È forse la meno “chiacchierata” delle tre di testa, ma il Napoli ha tutte le carte in regola per puntare allo Scudetto: una rosa di qualità, con tante alternative in tutti i reparti (paga qualcosa forse sugli esterni difensivi), un allenatore esperto che ha già vinto in carriera e soprattutto nessuna pressione, dal momento che non era certo la vittoria del campionato l’obiettivo stagionale dei partenopei.

Il Napoli ha vissuto un momento di calo a inizio inverno, complice le molte assenze per infortunio (una su tutte quella del bomber Osimhen), ma poi ha saputo riprendersi, tanto da rosicchiare 3 punti al Milan e ben 6 all’Inter nelle ultime cinque partite.

Il fatto di non essere indicata come favorita per la vittoria finale potrebbe andare a vantaggio della squadra campana, nel più classico caso del terzo che gode tra i due litiganti.

Calendario Napoli

L’impegno in Europa League può togliere energie, e il calendario è tosto forse più del Milan: il Napoli giocherà al Maradona le sfide contro Sassuolo, Roma, Fiorentina e Milan, ma dovrà anche fare visita a Lazio, Verona, Atalanta e Torino.

Circa Redazione

Riprova

Pechino 2022: Brignone argento in slalom gigante, prima Hector

Federica Brignone è la nuova vicecampionessa olimpica di slalom gigante. L’azzurra ha conquistato la medaglia …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com