Mattarella a Sinner & co: ‘Vi aspetto in qualunque giorno’. Fitp: ‘Al Colle e dalla premier andiamo di corsa, a piedi nudi’

La data del 21 dicembre non si concilia con gli impegni del team di tennisti che ha appena conquistato la Coppa Davis, portando a casa il trofeo dopo 47 anni. Su Sinner e compagni, trionfatori di Malaga, la Federtennis ha già fatto sapere che difficilmente il team azzurro potrà rispondere all’invito del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per il 21 dicembre. La data resa nota, dopo la vittoria azzurra in finale contro l’Australia, non si incastra con i calendari degli atleti che tra pochi giorni inizieranno la preparazione e l’avvicinamento all’inizio della stagione 2024. Annata che, come sempre, comincerà agli antipodi dell’emisfero.

Così, vista la situazione, il Capo dello Stato – che ha manifestato il desiderio di incontrare al Quirinale gli atleti che hanno vinto la Coppa Davis per esprimere loro le congratulazioni dell’intero Paese – ha ribattuto rilanciando l’invito al Colle che gli azzurri si sono visti costretti a declinare. Estendendolo, come rende noto la Presidenza della Repubblica, a «qualunque giorno a loro scelta a partire da oggi».

«Abbiamo dato delega totale al ministro Abodi» che deve interloquire con il Quirinale e la Premier Giorgia Meloni «per capire quando è possibile organizzare questo incontro. Credo al ritorno dagli Australian Open. Ora sono tutti partiti, tra l’altro noi dal Presidente e dalla Premier andiamo di corsa, a piedi nudi, però a noi francamente nessuno aveva detto del 21 di dicembre. Se ci avessero avvisato gli avremmo detto che non sarebbe stato possibile», ha detto il presidente della Fitp, Angelo Binaghi.

E ancora. «Non so chi per noi ha dato questa disponibilità che noi non abbiamo mai avuto – ha quindi proseguito Binaghi –. Pertanto, proprio per questo, e per la complicazione dei calendari agonistici del nostro sport, abbiamo chiesto al ministro Abodi di farsi lui parte attiva perché i nostri ragazzi, a nome loro e dell’intero movimento, possano avere questa grande gioia e gratificazione dalle due massime autorità dello Stato».

Circa Redazione

Riprova

Sulla morte di Navalny l’Europa unita nel chiedere la verità

L’Aula del Senato, su richiesta del presidente Ignazio La Russa, ha osservato un minuto di …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com