Lauree abilitanti, verso l’addio all’esame di Stato per alcune facoltà

La proposta di legge sulle lauree abilitanti, prevista dal Pnrr, è stata approvata in commissione e presto arriverà alla Camera: quali sono le facoltà che potrebbero “perdere” l’esame di Stato per l’abilitazione alla professione. Per alcune l’iter è definito, si aspetta solo l’approvazione del Parlamento. Altre facoltà sono pronte a percorrere la stessa strada. E c’è l’apertura anche ad altri ordini professionali. Gli studenti laureati, quindi, potranno essere direttamente abilitati dopo aver discusso la tesi e aver superato la valutazione della prova pratica.

Durante il primo lockdown il Governo ha predisposto il decreto Cura Italia. Tra le misure contenute nel decreto, per rispondere all’esigenza di personale nelle strutture sanitarie, è stata introdotta la laurea abilitante in Medicina. Ma il legislatore ha previsto che si possano sostenere tesi di laurea e abilitazione nella medesima sessione (fatto salvo il completamento preventivo del percorso formativo) anche per altri corsi in laurea, tra i quali Odontoiatria e Protesi Dentaria. L’iter parlamentare è in corso.

Discorso analogo per la facoltà di Veterinaria, con il presidente Gaetano Penocchio che si è detto favorevole alla trasformazione della laurea magistrale in laurea abilitante. Ha aggiunto, però, che “la verifica delle conoscenze e abilità acquisite nel corso del tirocinio devono essere svolte in un momento separato e antecedente l’esame di laurea ed effettuata da una commissione formata da professionisti indicati dagli Ordini e docenti universitari iscritti all’Albo dei medici veterinari”.

La laurea abilitante in Psicologia ha incassato l’ok del consiglio nazionale dell’ordine degli psicologi, “purché ci sia un’adeguata revisione del corso di studi», ha precisato il presidente David Lazzari.

Laurea abilitante anche per gli studenti di Farmacia e Farmacia industriale. Anche per la presidente della Federazione nazionale associazione giovani farmacisti, Carolina Carosio, la situazione potrebbe aprire lo scenario a un riordino del piano di studi.

A queste lauree abilitanti si aggiungeranno anche quelle di biologia, chimica e fisica. Ma ci sono altre lauree abilitanti, legate a professioni tecniche per l’edilizia e il territorio, agrarie, alimentari e forestali, industriali e dell’informazione. Queste dovrebbero abilitare gli studenti dei singoli corsi di geometra, agrotecnico, perito agrario, perito industriale. Inoltre, l’abilitazione potrebbe arrivare anche per determinate categorie, ma solo su richiesta dei consigli degli ordini professionali coinvolti: per esempio i tecnologi alimentare, i dottori agronomi e forestali, gli assistenti sociali, gli ingegneri, gli architetti.

Circa Redazione

Riprova

ENTI LOCALI. IANNONE (FDI): IMPOSSIBILE PER I COMUNI APPROVARE I BILANCI ENTRO IL 31 LUGLIO

“Per gli Enti Locali afflitti dalla problematica legata al Fondo di Anticipazione di Liquidità (FAL) …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com