Il Festival dell’Economia di Trento sbarca a Johannesburg

Il Festival dell’Economia di Trento, organizzato anche quest’anno dal Sole 24 Ore in collaborazione con Trentino Marketing per conto delle istituzioni trentine dal 25 al 28 maggio, sbarca il 29 marzo a Johannesburg con il quarto degli appuntamenti internazionali ideati per tracciare un percorso di avvicinamento alla manifestazione e farla vivere tutto l’anno portandola anche all’estero in partnership con le ambasciate italiane nel mondo. Il ciclo di incontri ha preso il via a febbraio ed ha toccato la Svizzera con un focus sulla transizione ecologica tra finanza digitale e sfida energetica; il secondo appuntamento, a San Francisco, è stato dedicato al tema dell’innovazione tecnologica tra rivoluzione industriale e geopolitica; il terzo si è tenuto ad Abu Dhabi sull’impegno del settore privato per la transizione energetica in vista della COP28. L’evento, organizzato in collaborazione con l’Ambasciata e l’Ufficio di commercio estero di Pretoria, si potrà seguire dalle ore 9:00 in streaming su https://24oreventi.ilsole24ore.com/cooperazione-scientifica-e-sviluppo2023/.

La cooperazione tra Italia e Sud Africa esplora alcuni dei settori chiave dell’Industria 4.0 e fondamentali per uno sviluppo economico sostenibile come biotecnologie, big data, intelligenza artificiale e ricerca aerospaziale, in grado di riequilibrare, in chiave di maggiore equità, le relazioni globali. Un meccanismo di redistribuzione di ricchezza e benessere che produca una migliore qualità della vita: la rigenerazione urbana, al centro della candidatura di Roma a Expo2030, è quindi un elemento centrale di tali trasformazioni.

L’ultima tappa del percorso di avvicinamento al Festival dell’Economia di Trento 2023, realizzata in collaborazione con l’Ambasciata e l’Ufficio di commercio estero di Pretoria, ed ospitata dall’Università di Johannesburg, sarà aperta dagli interventi di Mirja Cartia d’Asero, Amministratrice Delegata Gruppo 24 ORE; Paolo Cuculi, Ambasciatore d’Italia a Pretoria; Sarah Gravett, Prorettore alla Ricerca e Internazionalizzazione dell’Università di Johannesburg e Fabio Tamburini, Direttore Il Sole 24 Ore.

Durante l’incontro verrà approfondito, nel corso di una tavola rotonda moderata dal professor Carl Marnewick, Department of Applied Information Systems, School of Consumer Intelligence and Information Systems, College of Business and Economics, University of Johannesburg, il ruolo della rigenerazione urbana per la costruzione di città “intelligenti” e sostenibili, tema sul quale si confronteranno Cyril Baloyi, Direttore del dipartimento per l’e-governement della Provincia del Gauteng; Khomotso Letsatsi, Agenzia per la crescita e lo sviluppo del Gauteng, Lanseria Smart City SPV; Mxolisi Mchunu, Senior Advisor economia e sviluppo regionale, finanze municipali, politiche fiscali e crescita economica Associazione sudafricana per il governo locale; Cristina Trois, Università di KwaZulu-Natal.

Un focus sarà poi dedicato a intelligenza artificiale e big data: la sfida dell’industria 4.0. Ne discuteranno: Ade-Ibijola Abejide, Università di Johannesburg; Sanzio Bassini, Direttore Scientifico International Foundation Big Data and Artificial Intelligence for Human Development; Happy Marumo Sithole, Responsabile del Sistema nazionale integrato di cyber-infrastrutture; Ditshego Tsebe, Group Executive Ufficio investimenti tecnologici del Gauteng; Hosanna Twinomurinzi, Università di Johannesburg. A moderare sarà Laura La Posta, Caporedattrice Il Sole 24 Ore.

A metà mattina sarà la volta del dialogo sulla sfida della sostenibilità: l’energia e le nuove frontiere della cooperazione internazionale con Manuele Battisti, Country Manager Sud Africa, Enel Green Power; Gaetano Cavalieri, Presidente – CIBJO; Maurizio Ferrero, Partner & Sustainable Innovation Desk Andersen a cui seguirà il tavolo sulle biotecnologie per una cooperazione scientifica italo-sudafricana, moderato da Kulsum Kondiah, Associate Professor in Biotechnology, Faculty of Science, University of Johannesburg, che vedrà intervenire Manuela Campa, Università di Stellenbosch; Mario Tavazza, Fondazione ENEA; Luiz Zerbini, Centro internazionale per l’ingegneria genetica e la biotecnologia Città del Capo.

Chiuderà i lavori l’incontro sul presente e futuro dell’aerospazio, ricerca astronomica e sviluppo che vedrà discuterne Roberto Battiston, Università di Trento, già Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana; Pontsho Maruping, Direttore Generale Osservatorio Radioastronomico del Sud Africa; Claudia Polese, Università di Witwatersrand; Grazia Maria Umana, Direttore Osservatorio Astrofisico di Catania INAF, Istituto nazionale di astrofisica.

La conclusione dei lavori sarà a cura di Letlhokwa Mpedi, Vice-cancelliere dell’Università di Johannesburg.

Circa Redazione

Riprova

Diventa volontario con michelepertuttiCamp

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Diventa volontario con michelepertuttiCamp, basta aver compiuto 16 anni e …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com