Gli anarchici dichiarano guerra a Salvini: il dossier del Viminale

Tra scritte offensive, atti intimidatori e attentati bombaroli, gli anarchici hanno iniziato una vera e propria guerra, o almeno guerriglia, contro Matteo Salvini e contro la Lega. Un confronto che danza sul sottile filo del rasoio che separa la violenza dalla semplice intimidazione.

Gli attacchi degli anarchici nei confronti della Lega si sono intensificati dall’inizio del 2019, al punto che al Viminale, come riferito dail Giornale, è stato aperto un dossier. Nel fascicolo sarebbero menzionati almeno sessanta atti intimidatori e quasi settanta episodi degni di essere attenzionati dalle autorità. 

Lo stesso Salvini ha voluto condividere sui propri profili social le foto degli attacchi alla sua persona, condotti con striscioni, esplosioni davanti alle sedi della Lega, fantocci bruciati e offese anche diffamatorie.

Obiettivo dichiarato dalla contestazione, come evidenziato dalle tante scritte e dai tanti disegni comparsi in giro per l’Italia, è il leader della Lega Matteo Salvini, oggetto di oltre cento attacchi intimidatori solo nell’ultimo semestre del 2018. Identificato come l’emblema della nuova destra estrema e istituzionale, Salvini ha riacceso in Italia un dibattito e un fervente clima politico, sopito ormai da tanti anni e sepolto da un sotteso stato d’animo pessimista e privo di ogni fiducia nei confronti della politica.



Circa Redazione

Riprova

Italia-Albania, il Parlamento di Tirana approva l’accordo

Accordo Italia-Albania sui migranti, il Parlamento di Tirana ha approvato l’intesa con Roma, firmata lo …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com