Europee, Schlein annuncia: Annunziata e Decaro candidati al Sud

La riunione della segreteria Pd ha fatto fare un passo in avanti alla candidatura di Elly Schlein alle Europee. Il tema del voto per Bruxelles ha dominato l’incontro. D’altronde la sfida è alle porte – urne l’8 e il 9 giugno – e i termini per la presentazione delle liste si fanno sempre più stretti. E infatti Schlein ha ufficializzato qualche nome. Capolista del Pd al Sud sarà Lucia Annunziata, “non solo perché è una figura di grande valore come giornalista – ha spiegato Schlein – ma soprattutto per la sua grande conoscenza di politica estera e internazionale”.

“Nel Pd linea unitaria, l’avversario è la destra” La definizione dello schema di gioco – chi dovrà correre, in quale circoscrizione e in quale casella – è tema caldo, in un incrocio di equilibri, ambizioni, rapporti di forza. “Il Pd ha gestito la questione delle alleanze alle amministrative e alle regionali con una linea unitaria – hanno fatto sapere dal partito – Con lo stesso spirito verrà affrontato il tema delle europee”. Perché “l’avversario è la destra”, è stato ribadito. Alle europee non ci sono alleanze: ognuno corre per sé. Così, quando il Pd parla di unità, parla di Pd. “Con varie sfumature – è stata la sintesi della segreteria fornita dal Pd – tutti hanno chiesto a Schlein di candidarsi”, anche se “le formule proposte sono diverse”. Lei ha ammesso: “Ci sto riflettendo, ma prima voglio chiudere la squadra”.

Tra le candidature del Pd alle Europee c’è quella di Antonio Decaro, come  annunciato dalla Schlein, dopo la bufera politica che ha investito il sindaco di Bari negli ultimi giorni a seguito degli arresti dell’indagine sul presunto intreccio tra mafia e politica. Decaro, ha detto la segretaria dem in tv, “è uno dei più bravi sindaci d’Italia, che ha contribuito con la sua amministrazione alla rinascita della sua città”. Schlein ha poi aggiunto: “Stiamo costruendo le liste, una squadra che metta insieme un’apertura verso la società civile. Accanto a questo, naturalmente, le più solide figure del partito”.

La segretaria dem, come detto,  ha annunciato che saranno candidati sia Decaro che Annunziata. Si confermano dunque giuste le voci che hanno accompagnato l’uscita della giornalista dalla Rai: un addio in vista di un seggio a Strasburgo.

“Posso già dare un’anticipazione – ha detto – abbiamo chiesto a Lucia Annunziata di guidare la lista del Pd al Sud, non solo perché è una figura di grande valore per il lavoro che ha fatto da giornalista per tanti anni, ma soprattutto perché ha una grandissima conoscenza della politica estera e internazionale e oggi con due guerre che ancora minacciano la pace e la sicurezza nel mondo, abbiamo bisogno di figure competenti. Il numero due sarà uno dei più bravi sindaci d’Italia che ha contribuito con la sua amministrazione alla rinascita della sua città, sto parlando di Antonio Decaro“.

Gli altri nomi sono noti. Gli esponenti di Energia Popolare-Base Riformista Emanuele Fiano, Giorgio Gori, Pierfrancesco Maran saranno con ogni probabilità schierati nel Nord Ovest dove dovrebbe essere schierata anche Cecilia Strada in quota ‘societa’ civile’. Gli esponenti di stretto rito schleniano come Annalisa Corrado, Alessandro Zan potrebbero correre nella circoscrizione Nord Est, così come Stefano Bonaccini e Alessandra Moretti. La circoscrizione Centro è la più affollata con Nicola Zingaretti, Dario Nardella, Matteo Ricci, Alessia Moran e la fedelissima della segretaria Camilla Laureti.  Tra le personalità esterne potrebbe correre da capolista l’ex direttore di Avvenire, Marco Tarquinio.

Fonti della minoranza fanno sapere che il confronto è aperto:  “Il confronto in segreteria è stato franco e costruttivo, tuttavia è ancora aperto. Sono state espresse delle preoccupazioni in merito alle candidature civiche come capolista che penalizzerebbero la classe dirigente del Pd. Riguardo la candidatura di Elly Schlein, sono state espresse perplessità in merito alla posizione che occuperebbe in lista, che rischierebbe di penalizzare le candidature femminili”.

Lucia Annunziata si candida alle europee per il Pd e La giornalista Laura Tecce non si fa sfuggire l’occasione per prendere  in giro la Annunziata: “E invege ti sei ganditata”, scrive la Tecce su Facebook facendo il verso alla parlata campana della collega e postando un articolo di settembre 2023, dove l’Annunziata escludeva categoricamente qualsiasi ipotesi di candidatura politica alle elezioni europee.

Nell’articolo del Corriere allegato dalla Tecce, Annunziata, infatti, dichiarava: “Non mi candiderò mai e poi mai alle Europee. Né con il Pd, né con nessun altro partito. Spero che questa smentita sia chiara abbastanza per mettere tranquilli tutti”. Tuttavia, la storia ha preso una piega diversa e ora l’Annunziata è candidata come capolista Pd al Sud.

Tornando a De Caro, Schlein è tornata sulla vicenda dei giorni scorsi. “Io non avrei detto quelle parole ma non avrei fatto quel passaggio. Però chiariamo che Michele Emiliano è un magistrato e ha sempre lavorato per metterli in carcere i mafiosi”. A questo proposito ha poi sottolineato come “l’impegno di Decaro contro la criminalità organizzata parla per lui”. Quanto alla foto incriminata, Schlein ha osservato che “mi sembra sia stato chiarito che è stata scattata a una festa di San Nicola e che succeda che tanti ti chiedano un selfie. Succede a tutti. Mi sembra sia accaduto anche con altre foto di politici che hanno dovuto poi dare spiegazioni: Salvini con un capo ultrà, o Meloni con uno del clan Spada…”.

Circa Redazione

Riprova

Migranti, primi sì della Ue al patto sui migranti

Il parlamento europeo con 322 voti favorevoli, 266 contrari e 31 astensioni ha dato il …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com