De Lise (Ungdcec): commercialisti diventino parte attiva per un Fisco più equo e sostenibile

 “La categoria dei commercialisti, anche sfruttando il sistema delle Circolari, diventi parte attiva per fare le proprie proposte alla politica e costruire un fisco più equo e sostenibile. C’è molto da fare per mettere in piedi un sistema che si fondi su semplificazione e razionalizzare, con l’obiettivo di dare respiro a famiglie e imprese, portando alla risalita dei consumi. Le delega fiscale è un passo avanti, ma ci aspettiamo una accelerazione anche sulla riscossione, problema che resta irrisolto: ridurre le spese di interessi e recupero di un credito incagliato potrebbe essere una soluzione per creare un extra gettito che vada a sostegno di un tessuto aziendale che si trova in una situazione difficile. Un tessuto che deve essere protetto e incoraggiato con la riduzione del carico fiscale e ponendo le condizioni per una maggiore produttività”. Lo ha affermato Matteo De Lise, presidente dell’Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, chiudendo il convegno nazionale UNGDCEC, “I giovani commercialisti futuri protagonisti della sostenibilità”, che ha riunito a Genova circa mille professionisti provenienti da tutta Italia.

“La nostra professione per prima deve essere sostenibile. Deve esserlo soprattutto per i giovani, ed è a loro che serve davvero l’equo compenso”, ha affermato Andrea De Bertoldi, commissione Finanze della Camera dei deputati. “La legge è magari perfettibile, ma permette di avere una maggior forza contrattuale con i clienti. Dopo l’approvazione della legge sul differimento delle scadenze fiscali per i professionisti, che ho avuto l’onore di portare avanti nella passata Legislatura, l’obiettivo è quello di inserire il differimento dei termini anche per le madri professioniste con figli malati nella prossima Legge di Bilancio”.

Secondo Luigi Marattin, commissione Bilancio, Tesoro e Programmazione della Camera dei deputati, “la delega fiscale è un’occasione da sfruttare. Per la prima volta dopo anni abbiamo in Gazzetta Ufficiale, operativa, una delega fiscale, un lavoro che ha preso ampiamente le mosse da quello della precedente legislatura e che abbiamo votato convintamente. C’è stato un buon lavoro di condivisione anche con i professionisti, adesso però bisogna giudicare i risultati e saremo vigili, perché questa è una grande occasione per semplificare il fisco”.

All’evento sono intervenuti in collegamento anche Antonio Misiani, vicepresidente della commissione Bilancio del Senato della Repubblica, ed Ettore Rosato, componente commissione Affari esteri e comunitari a Montecitorio.

“Gli investimenti ESG rappresentano una necessità per il mondo imprenditoriale – ha sottolineato Andrea Perusin, direttore regionale Piemonte Sud e Liguria Intesa Sanpaolo -. L’economia si sta completamente trasformando per diventare più sostenibile e le imprese sono chiamate a investire per essere presenti. Intesa Sanpaolo sta operando per diffondere competenze tra gli imprenditori attraverso una serie di iniziative, tra cui la creazione di Laboratori ESG e l’accompagnamento ad aggiudicarsi i bandi pubblici. L’obiettivo è raccontare come l’impresa può beneficiare di investimenti in termini di sostenibilità. Nell’ambito del PNRR, inoltre, Intesa Sanpaolo ha stanziato un plafond di finanziamenti di 410 miliardi, di cui 270 a favore delle imprese. Vogliamo accompagnare il sistema Paese a una crescita importante”.

Circa Redazione

Riprova

PAT – Pescatori in riunione tra bilancio e numeri in calo

Il bilancio dei pescatori trentini è ok, ma gli iscritti sono in continuo calo. Negli …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com