CDP lancia il “Prestito Investimenti PNRR-PNC”

Sostenere gli Enti Pubblici nella realizzazione di progetti di sviluppo in settori strategici, in linea con quanto previsto dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e dal Piano Nazionale Complementare (PNC). È questo l’obiettivo principale del “Prestito Investimenti PNRR-PNC”, il nuovo strumento finanziario che da oggi Cassa Depositi e Prestiti (CDP) mette a disposizione delle Pubbliche Amministrazioni per favorire gli investimenti destinati alla crescita economica e sociale del Paese.

Il nuovo prestito è a disposizione di Comuni, Province, Città Metropolitane ed Enti Pubblici Non Territoriali già beneficiari di contributi rientranti nel quadro del PNRR o del PNC.

Il finanziamento prevede un periodo di rimborso, a scelta, di 5 o 20 anni e può essere concesso per un importo massimo del 30% dei contributi riconosciuti agli enti in ambito PNRR e PNC. È erogabile fino al 31 dicembre 2026 ed è finalizzato a fare fronte alle esigenze di liquidità (in attesa dell’incasso dei fondi) per la realizzazione di investimenti in settori chiave per lo sviluppo e il benessere del Paese. Saranno finanziabili, tra l’altro, interventi di edilizia scolastica e sanitaria, rigenerazione urbana, efficientamento energetico e idrico.

Il nuovo prodotto rappresenta una risposta concreta alle esigenze di risorse delle PA e conferma l’impegno di CDP al fianco degli amministratori pubblici per generare, in linea con il Piano strategico 2022-2024un impatto positivo sul territorio, ampliando l’offerta delle soluzioni rese disponibili e rafforzando l’attività a sostegno del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e del Piano Nazionale Complementare.

Sul sito di CDP, alla pagina dedicata, sono consultabili i documenti che riportano tutte le caratteristiche del prestito per gli Enti Locali (Circolare n. 1280) e per gli Enti Pubblici non Territoriali (Circolare n. 1306).

Gli Enti Locali potranno presentare online le richieste entro il 31 dicembre 2025 mediante il Portale Enti Locali e PA. Gli Enti Pubblici Non Territoriali (come, ad esempio, le Aziende Sanitarie Locali, le Aziende Ospedaliere, le Università statali e le Autorità di Sistema Portuali) potranno invece trasmettere la domanda via Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo cdpspa@pec.cdp.it entro la stessa data.

Circa Redazione

Riprova

Verso la procedura di infrazione Ue? Welfare e lavoro a rischio

Dunque, si sono tenute le elezioni europee, con tutte le loro conseguenze da valutare con …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com