Atreju, il coro dei big di Ecr: ‘Uniti sulla rotta tracciata dalla Meloni’

«La rotta è tracciata. Il 9 giugno 2024 sarà il giorno della rivoluzione conservatrice in Europa»: nelle parole del capo delegazione di Fratelli d’Italia (Ecr) a Strasburgo Carlo Fidanza, c’è tutta l’orgoglio per il successo ad Atreju dell’evento “L’Europa da difendere: le ragioni dei conservatori contro il superstato europeo”. I Fratelli d’Europa sono qui, oltre al ministro per gli Affari europei, Raffaele Fitto, ci sono Nicola Procaccini, co-presidente di Ecr, il partito dei conservatori europei guidato da Giorgia Meloni; i due vicepresidenti di Ecr, il catalano Jorge Buxadé e Radosław Fogiel.

Raffaele Fitto rivendica con legittimo orgoglio il successo dell”Italia. È stata “tra i primi Paesi a revisionare il Pnrr in modo efficace adeguandolo alle esigenze del momento”. Il ministro per gli Affari europei, il Sud, le Politiche di Coesione e il Pnrr, Raffaele Fitto, intervenendo ad Atreju, la manifestazione organizzata da Fratelli d’Italia. «Meloni all’assemblea programmatica che si è tenuta prima delle elezioni europee dello scorso anno parlo’ di come adeguare il Pnrr e di come poterlo realizzare». E ancora, ribadisce il ministro di Fratelli d’Italia: «I temi toccati e le soluzioni indicate qui rappresentano una base fondamentale sulla quale costruire il lavoro dei prossimi mesi, per far sì che dopo il 9 giugno ci siano le condizioni politiche e programmatiche», per costruire «la prospettiva futura sulla quale la famiglia dei conservatori svolgerà un ruolo da protagonista».

Circa Redazione

Riprova

Carola Rackete, candidata con la lista della sinistra tedesca di Die Linke, torna all’attacco di Matteo Salvini

Dopo aver indossato i panni da comandante della nave Sea Watch 3 ecco che Carola …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com