A Villa Domi, Carnevale nel segno della Pace

Nella sempre suggestiva e fascinosa Villa Domi, sontuosa e panoramicissima residenza nobiliare partenopea del 1700, alla Salita Scudillo (Colli Aminei), nella serata di oggi, martedì 1 marzo, avrà luogo un ricevimento dedicato al Carnevale 2022.

Un Carnevale segnato dalla guerra in Ucraina e dagli ulteriori strascichi della pandemia.

Ovunque, molti eventi sono stati annullati, altri rinviati pure di molti giorni, al di là del termine canonico del Carnevale romano in vigore in quasi tutta Italia, e pure oltre quello Ambrosiano che notoriamente di spinge ben oltre le Ceneri.

Dopo i successi delle riuscitissime e raffinate edizioni passate, ecco la proposta 2022 di Villa Domi, che stavolta, pure essendo concepita all’insegna del divertimento, in chiave più che mai volutamente spensierata, non ignora il momento particolare che stiamo attraversando e, con scaramanzia, celebra la speranza di un prossimo ritorno alla normalità della quale siamo stati da troppo tempo privati, e prioritariamente del raggiungimento della pace soprattutto nel nostro Vecchio Continente, attualmente così provato dalla guerra in Ucraina, quella stessa pace che dovrebbe essere un diritto di ogni abitante di ogni Paese, in tutto il Mondo.

Tra quelle organizzate nella città di Napoli, sicuramente merita attenzione questa serata carnascialesca firmata dal patron Domenico Contessa, dagli intenti e presupposti pacifisti. Essa figura tra le più interessanti e garantite.

Inoltre, nella dimora nobiliare, le scorse edizioni passate, si sono puntualmente distinte e sono risultate particolarmente apprezzate dagli intervenuti, oltre che dagli organi d’informazione specializzati in eventi. Basti pensare ai vari appuntamenti in costume settecentesco, alle invitanti cene e buffet con pietanze caratteristiche e leccornie varie, alle scenografiche sfilate storiche, ai giochi di società, ai frequentatissimi balli in maschera, alle partecipate premiazioni riservate alle maschere più belle, ecc.

Quella in calendario stasera, è una piacevole e coinvolge serata in maschera: balli, divertimento, musica con Carlo Di Giacomo, piatti tradizionali in menu, incominciando dalla immancabile lasagna, simbolo gastronomico incontrastato di questo periodo, chiacchiere e sanguinaccio.

E non è affatto escluso che vi siano delle interessanti sorprese, come prevede la tradizione di Villa Domi in determinate occasioni.

Dress: costume a scelta, preferibilmente d’epoca, sia da donna che da uomo, oppure, in alternativa: abito scuro e mascherina per l’uomo, abito da sera e mascherina per le signore. Ci si affida al buon gusto e alla raffinatezza degli ospiti che interverranno.

L’accesso alla serata è selezionato e controllato, a massima garanzia dei partecipanti: la Direzione del locale si riserva quindi il diritto all’ingresso degli ospiti. Inoltre, si svolgerà nel rispetto delle normative anticovid attualmente vigenti.

Location elettiva per questo evento rievocativo, la settecentesca Villa Domi è un’antica tenuta nobiliare dall’indubbio charme, dalla romanticissima atmosfera, complice un magnifico panorama sulla città e sul suo meraviglioso golfo.

La struttura vanta un parco molto ampio, con alberi ultra secolari, piante mediterranee ed esotiche. Tra esse, rari esemplari rari.

Un tempo conosciuta come “Villa La Fiorita” sorgeva in uno scenario di grande bellezza, come testimoniano alcune stampe e quadri. Punti di riferimento di me eMati e rappresentanti della cultura, delle arti, dell’ingegno, dell’eleganza.

Ancora oggi, nella storica residenza ereditata dal dinamico e raffinato patron Domenico Contessa, è possibile intravedere quello che è stato il primordiale splendore che l’ha caratterizzata nei secoli passati.

Proprio qui, sono passati e hanno trovato ispirazione grandi artisti, quali Mozart, Celeste Coltellini, e Francesco Ierace che,   ha valorizzato gran parte dei saloni e dei giardini con le sue apprezzate opere.

La residenza è meta, ieri come oggi, di tanti turisti che sono alla ricerca di opere d’arte  rappresentative del ‘700 Napoletano e di scorci suggestivi e romantici, ai quali dedicare foto di raro Ile dire e di grande suggestione.

Villa Domi rappresenta perciò una destinazione perfetta per incontri di prestigio.

Il suo fascino storico, la squisita architettura degli interni con i suoi incantevoli saloni panoramici affrescati, e degli ampi esterni con vista mozzafiato sul Golfo, risulta rafforzato dal verde rigoglioso che consente di celare momenti di privacy giacché nascosta agli occhi indiscreti.

Appuntamento stasera, dunque, martedì 1 marzo, per la serata carnascialesca nella splendida tenuta di Villa Domi, all’insegna della speranza che i Potenti della terra possano giungere quanto prima ad un accordo per il bene dell’Umanità tutta.

È a disposizione un ampio parcheggio custodito e delimitato, all’interno dell’area della stessa residenza, riservato in esclusiva agli ospiti di Villa Domi.

Info: 081 5922233

Teresa Lucianelli

Circa Redazione

Riprova

145 anni per l’Istituto Nazionale Guardia d’Onore

Ente morale sottoposto alla vigilanza del Ministero della Difesa, l’Istituto Nazionale per la Guardia d’Onore …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com