‘You are connected now…’, installazione video-fotografica di Barbara Lalle, Marco Marassi e Alessandro Arrigo

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il seguente articolo di Loredana Margheriti:

“You are connected now…”,

installazione video-fotografica di Barbara Lalle, Marco Marassi e Alessandro Arrigo

Venerdì 12 ottobre 2018 è stata presentata nell’ambito del VIRTUS – Nuvola creativa festival “La connessione tra reale e virtuale” al MACRO Testaccio promosso dall’Associazione Neworld, Nwart con la direzione artistica a cura di Antonietta Campilongo e con il patrocinio Assessorato Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi, l’installazione video-fotografica “You are connected now…” di Barbara Lalle, Marco Marassi e Alessandro Arrigo a cura di Roberta Melasecca ed Interno 14 nextL’installazione delle fotografie e il video sono parte di un lavoro più complesso che parte dalla ricerca della performer Barbara Lalle e del fotografo Marco Marassi, compagni nella vita e nell’arte, sull’OSA – Online Sexual Activities: un acronimo che definisce le attività sessuali che si consumano via internet.

Le fotografie esposte in maniera attenta, disegnano un’architettura ben studiata che introduce alla perfomance, originale l’idea della quinta sul black carpet che ha dato loro un valore aggiunto. Scattate da Marco Marassi durante la frequentazione di chat erotiche e incorniciate come se fossero destinate a un “salotto buono” per rendere la dimensione di come il virtuale sia divenuto parte della nostra quotidianità più intima. Sono degli screen-shot, immagini rubate e sgranate di persone reali, anzi di immagini virtuali con cui identità reali si presentano e rappresentano nel fantastico mondo del www. Ci si trova di fronte un ventaglio di colori che va dalla nudità anonima alla notorietà di un viso sconosciutoIl video art di Alessandro Arrigo esplora il primo incontro fra una “novella Alice” e un “novello Virgilio” che l’accompagna nei meandri delle video Chat roulette, dove in pochi minuti si possono vedere persone con cui interagire o aspettare il turno successivo se non si fosse interessati. Lo spettatore è messo virtualmente al centro delle comunicazioni, come se fosse incastrato dentro un monitor e assistesse, con in sottofondo i suoni delle trasmissioni dati, ai video che si susseguono passando dalla ricerca di sesso al desiderio di normalità, dalla ricerca di qualcuno con cui condividere anche un pasto alla ricerca della violenzaLo schermo e la webcam diventano lo strumento principale per comunicare. Dieci minuti di video che combina codici della performance e della video-performance con il linguaggio della video art: un loop dai colori cianotici in cui la fine del narrato è in circolare connessione con l’inizio dello stesso. “You are connected now…” pone di fronte ad un interrogativo: la realtà può essere sostituita totalmente da una comoda (ir)realtà, mostrando così il vero lato di noi che la società non consente?.

I tre artisti si sono conosciuti alla TAG – Tevere Art Gallery con cui collaborano e che li ha visti interagire artisticamente in progetti comuni e personali.

Al sottostante link, è possibile vedere il video che gli artisti hanno messo on line per chi non fosse potuto esser presente.

Loredana Margheriti

Foto di Giulia Fontana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com