No all’arresto per Penati. Il giudice: “non c’è pericolo reiterazione reati”

Non chiederanno l’arresto per Filippo Penati, i pm di Monza , Walter Mapelli e Franca Macchia, che si stanno occupando dell’inchiesta sul cosiddetto ‘sistema Sesto’. I pm  hanno rinunciato a chiedere al Tribunale del Riesame, l’arresto per Penati e per il suo ex braccio destro, Giordano Vimercati, perché ritengono che non sussistano più  le esigenze cautelari

Nella decisione dei pm di rinunciare alla richiesta di arresto per Penati e Vimercati ha inciso molto la circostanza che entrambi si siano presentati spontaneamente in Procura nei giorni scorsi per farsi interrogare. Nell’atto in cui rinunciano all’appello contro il rigetto dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere deciso lo scorso agosto dal gip Anna Magelli, i pm sottolineano che i due non si sono limitati “a generici dinieghi di responsabilità”, ma hanno fornito “una propria articolata ricostruzione dei fatti”, indicando peraltro “persone” e producendo anche dei documenti “a sostegno delle rispettive versioni”.

Inoltre, gli investigatori ritengono che “le scelte operative” dei due indagati – la loro sospensione o autosospensione dagli incarichi ricoperti – insieme al lasso di tempo intercorso tra il deposito dell’appello al Riesame e l’udienza per discuterlo, fissata per venerdì prossimo, “consentono di escludere in generale il rischio di reiterazione del reato”. Infine gli inquirenti osservano che “nello specifico, non è  più attuale o comunque è fortemente ridimensionato il pericolo di inquinamento istruttorio” relativo alle sole imputazioni illustrate nella richiesta di misura cautelare inoltrata al giudice delle indagini preliminare lo scorso 24 giugno.

Penati e Vimercati sono accusati di corruzione, concussione e finanziamento illecito ai partiti. Il ‘passo indietro’ della Procura non riguarda però il merito delle accuse che i pm ritengono essere pienamente provate, tanto che potrebbero chiedere per Penati e Vimercati il processo col rito immediato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com